Previdenza (assicurazioni sociali) - controversie - procedimento - spese giudiziali - Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 15656 del 18/09/2012

Determinazione degli onorari e dei diritti spettanti al difensore - Criteri - Valori della causa - Riferimento all'art. 13 cod. proc. civ. - Necessità - Fondamento.

Il valore di una causa in tema di pensione d'invalidità (o di diritto alla rendita INAIL per i superstiti), al fine di stabilire gli onorari (e i diritti) spettanti al difensore, deve essere determinato alla stregua del criterio dettato dal secondo comma dell'art. 13 cod. proc. civ. per le cause relative a rendite temporanee o vitalizie (e cioè cumulando fino ad un massimo di dieci le annualità domandate), alle quali, ove venga in contestazione l'accertamento del diritto alla corresponsione nella misura richiesta, è assimilabile la prestazione assicurativa. (principio affermato ai sensi dell'art. 360 bis, comma 1, cod. proc. civ.)

Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 15656 del 18/09/2012

 

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati