Prova civile - giuramento - formula - Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 26027 del 10/12/2014

Modalità di deferimento - Formula contenente il riferimento alla sola conferma o alla sola negazione della pretesa (e non all'alternativa tra le due) - Validità - Sussistenza - Ragioni.

La libertà di scelta del giurante non è garantita solo dalla formula di giuramento "affermo o nego che", ma anche da quella, più semplice, "affermo che" ovvero "nego che", dovendosi ritenere la possibilità d'invertire in senso contrario una delle suddette formule implicita nella stessa natura del giuramento (decisorio o suppletorio) diretto a confermare in modo solenne, in senso positivo o negativo, la verità o meno di un fatto decisivo ai fini della risoluzione della lite, senza che ciò costituisca, in realtà, una modificazione della formula stessa, ma soltanto la scelta dell'alternativa che si è inteso porre al giurante quale particolare sistema di risoluzione della lite.

Corte di Cassazione Sez. 6 - 3, Ordinanza n. 26027 del 10/12/2014

 

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati