Mediazione - mediatore professionale - obblighi - Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 27482 del 28/10/2019 (Rv. 655676 - 01)

Mediazione immobiliare - Obbligo del mediatore di comportarsi secondo buona fede e correttezza - Sussistenza - Comunicazione di informazioni sull'esistenza di iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli - Ricomprensione.

Il mediatore - tanto nell'ipotesi tipica in cui abbia agito in modo autonomo, quanto nell'ipotesi in cui si sia attivato su incarico di una delle parti (c.d. mediazione atipica) - ha, ai sensi dell'art. 1759, comma 1, c.c., l'obbligo di comportarsi secondo correttezza e buona fede, nel cui ambito รจ incluso l'obbligo specifico di riferire alle parti le circostanze dell'affare a sua conoscenza, ovvero che avrebbe dovuto conoscere con l'uso della diligenza da lui ordinariamente esigibile, includendosi in queste ultime, nel caso di mediazione immobiliare, le informazioni sull'esistenza di iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli sull'immobile oggetto della trattativa, come quella relativa all'iscrizione precedente di ipoteca.

Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Ordinanza n. 27482 del 28/10/2019 (Rv. 655676 - 01)

Riferimenti normativi: Cod_Civ_art_1759, Cod_Civ_art_1176

Stampa