Clausola risolutiva espressa - presupposti

Contratti in genere - scioglimento del contratto - risoluzione del contratto - per inadempimento - rapporto tra domanda di adempimento e domanda di risoluzione - imputabilità dell'inadempimento, colpa o dolo - clausola risolutiva espressa - presupposti di applicazione - inadempimento della controparte di chi se ne avvale - insussistenza- conseguenze - riconducibilità della clausola all’art. 1353 c.c. – condizioni - fattispecie relativa ad un comodato di impianto di distribuzione di carburante. Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 24532 del 05/10/2018

>>> Presupposto per l'applicazione della clausola risolutiva espressa è l'inadempimento della controparte di chi se ne avvale;ove tale inadempimento non sussista, la clausola può rilevare alla stregua di condizione risolutiva ex art. 1353 c.c., purché l'evento cui si riferisce sia sufficientemente determinato, e non rimesso alla mera volontà di una parte.

Corte di Cassazione Sez. 3, Ordinanza n. 24532 del 05/10/2018

Stampa