concorrenza (diritto civile) - risarcimento del danno

Divieto di abuso di posizione dominante - Danno "in re ipsa" - Esclusione - Prova delle conseguenze dannose dell'illecito - Necessità.

Il danno cagionato mediante abuso di posizione dominante non è "in re ipsa", ma, in quanto conseguenza diversa ed ulteriore rispetto alla distorsione delle regole della concorrenza, deve autonomamente provarsi secondo i principi generali in tema di responsabilità aquiliana.

Corte di Cassazione, Sez. 1, Sentenza n. 20695 del 10/09/2013

Stampa Email

eBook - manuali

concorrenza (diritto civile) - risarcimento del danno - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

concorrenza (diritto civile) - risarcimento del danno - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati