Cecità parziale - indennità di accompagnamento

Assistenza e beneficenza pubblica - prestazioni assistenziali - in genere - cecità parziale - diritto all’indennità di accompagnamento - sussistenza - condizioni. Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 26559 del 22/10/2018

>>> La cecità parziale, a seguito della sentenza della n. 346 del 1989 (che ha dichiarato, "in parte qua", l'illegittimità costituzionale dell'art. 1 della l. n. 18 del 1980), può costituire un fattore concorrente ad integrare, assieme ad altre minorazioni, lo stato di totale inabilità che, in presenza degli altri requisiti prescritti da quest'ultima legge (impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita con conseguente necessità di un'assistenza continua), attribuisce il diritto all'indennità di accompagnamento dalla stessa prevista.

Corte di Cassazione Sez. 6 - L, Ordinanza n. 26559 del 22/10/2018

Stampa Email

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati