0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo logo 0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo foro_rivista

931 visitatori e un utente online

0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile

Codice Civile Libro Secondo: DELLE SUCCESSIONI Titolo V: DELLE DONAZIONI Capo II: DELLA CAPACITA' DI DISPORRE E DI RICEVERE PER DONAZIONE Art.780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile.

Art. 780. (1) [Donazione al figlio naturale non riconoscibile.

1. E' nulla la donazione fatta dal genitore al figlio naturale, se la filiazione non può essere riconosciuta o dichiarata.

2. La nullità non si estende agli assegni fatti dal genitore in occasione del matrimonio o per la sistemazione professionale del figlio nella misura consentita dalle condizioni economiche e sociali del donante.

3. La nullità può essere fatta valere dal donante, dai suoi discendenti legittimi o dal coniuge.

4. Si applicano le disposizioni dell'articolo 599.]

(1) Articolo abrogato dalla Legge 19 maggio 1975, n. 151.

________________________________________________________

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo freccia_27_10Donazione - capacita di ricevere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3352 del 16/10/1969
Donazione indiretta d'immobile, in favore di figli irriconoscibili, mediante dazione del denaro necessario all'acquisto - nullità - retrocessione dell'immobile.* 072018 343420* Qualora resti accertato che, al fine di eludere il divieto di cui all'art 780 cod civ, il genitore abbia inteso realizzare la liberalità a favore del figlio naturale non riconoscibile, con donazione indiretta di un immobile perfezionatasi con la somministrazione del danaro occorrente, mediante interposizione, nel contratto di vendita del figlio naturale non riconoscibile, per l'usufrutto, e dei figli dello stesso, per la nuda proprietà, va ordinata la retrocessione dell'immobile, donato in violazione di legge, nel patrimonio del donante, perchè va negato ogni effetto alla donazione nulla.* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 3352 del 16/10/1969  ...
0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo freccia_27_10Donazione - capacita di ricevere – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2407 del 26/11/1965
Figli naturali non riconoscibili - norme applicabili.* L'art 780 cod civile, ribadendo, con l'ultimo comma, l'applicazione delle Disposizioni dell'art 599 estende alle donazioni la regola posta dall'art 593 secondo la quale i figli naturali non riconoscibili - che non possono ricevere per testamento più di una certa quota - sono soltanto quelli la cui filiazione risulti nei modi stabiliti dall'art 279 cod civile.* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2407 del 26/11/1965  ...
0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo freccia_27_10Donazione - capacita a ricevere - a favore di figlio naturale riconoscibile – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1290 del 18/05/1963
Nullità - prova di un rapporto di filiazione naturale in contrasto con lo stato di figlio legittimo - esclusione.* Non si può, neppure incidenter tantum al limitato effetto di far dichiarare la nullità della donazione ai sensi dell'art 780 cod civ, invocare il riconoscimento di un rapporto di filiazione naturale in contrasto con lo stato di figlio legittimo altrui quale risultante dallo atto di nascita. L'art 780 cod civ, che sancisce la nullità della donazione fatta dal genitore al figlio naturale non riconoscibile, riceve applicazione solo nei confronti dei figli naturali che non hanno alcun stato familiare e non già pure nei confronti di chi ha lo stato di figlio legittimo altrui.* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 1290 del 18/05/1963  ...
0780. [Donazione al figlio naturale non riconoscibile - Foroeuropeo freccia_27_10Famiglia - filiazione - filiazione naturale - dichiarazione giudiziale di maternità – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2782 del 26/09/1962
Di paternità - divieto - ambito - azione di nullità di una donazione.* Donazione - capacita a ricevere.* Il divieto relativo alle indagini sulla paternità o maternità, stabilito dall'art 278 cod civ ha carattere assoluto, ossia opera non solo quando l'Azione e diretta al riconoscimento di uno stato, cioè allo accertamento, fine a se stesso, della filiazione adulterina o incestuosa, ma anche quando il presupposto della domanda e pur sempre il disconoscimento di uno stato o di una qualità già acquisiti dal figlio e, quindi, pure quando si voglia opporre detta filiazione quale presupposto all'Azione di nullità di una donazione a norma dell'art 780 cod civ, ricorrendo anche in questa ipotesi le ragioni che la precedente norma dell'art 278 ha assunto per porre il divieto di indagini anzidetto, la tutela cioè, dell'ordine della famiglia e la esigenza di salvaguardare la dignità morale dei suoi componenti. Ne, a tal fine, può essere invocata contro il figlio la prova ex art 279, n 3 cod civ (paternità o maternità risultante da non equivoca dichiarazione scritta dai genitori) dal genitore che sia autore della dichiarazione ricognitiva ne, al medesimo fine, può essere utilizzata dal genitore, che intenda trarne vantaggio, la dichiarazione dell'altro genitore che gli attribuisce la paternità o maternità del figlio non riconoscibile.* Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 2782 del 26/09/1962  ...

________________________________________________________
Copyright © 2001 Foroeuropeo: Il codice civile - www.foroeuropeo.it
- Reg. n. 98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Avv. Domenico Condello

Stampa Email

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati