risarcimento danni

Morte di un militare in missione - danno non patrimoniale spettante “iure proprio” ai familiari - liquidazione – indennizzo erogato ai familiari della vittima del dovere - "compensatio lucri cum damno" - configurabilità. Corte di Cassazione, sentenza n. 31007 del 30/11/2018

dal danno non patrimoniale liquidato “iure proprio” ai familiari di un militare deceduto per una patologia tumorale contratta a causa di inquinamento ambientale da uranio impoverito durante una missione internazionale, deve essere detratto l’indennizzo già erogato agli stessi familiari in conseguenza della morte del congiunto, trattandosi di un emolumento “omnicomprensivo”, avente finalità compensativa, posto a carico del medesimo soggetto (amministrazione statale) obbligato al risarcimento del danno.

Corte di Cassazione, sentenza n. 31007 del 30/11/2018

Stampa