codice deontologico forense (2014)


Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo le prime cento massime della Cassazione di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI alla fine delle 100 massime per continuare la visualizzazione).

La visualizzazione delle massime può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile attivare una ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca".

art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo freccia_27_10Associati, collaboratori e sostituti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2017, n. 184
La responsabilità per fatto di associati, collaboratori e sostituti L’avvocato è personalmente responsabile per condotte, determinate da suo incarico, ascrivibili a suoi associati, collaboratori e sostituti, salvo che il fatto integri una loro esclusiva e autonoma responsabilità (art. 7 ncdf). Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 24 novembre 2017, n. 184  ...
art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo freccia_27_10Associati, collaboratori e sostituti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49
La responsabilità per fatto di associati, collaboratori e sostituti L’avvocato è personalmente responsabile per condotte, determinate da suo incarico, ascrivibili a suoi associati, collaboratori e sostituti, salvo che il fatto integri una loro esclusiva e autonoma responsabilità (art. 7 ncdf). (Nel caso di specie, trattavasi di missiva inviata direttamente alla controparte assistita da legale, in ipotesi estranee a quelle consentite dall’art. 41 ncdf, ma il professionista aveva invocato un esonero di responsabilità disciplinare asserendo che, di fatto, la pratica era seguita da un suo collega di studio). Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49  ...
art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità disciplinare - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49
Responsabilità disciplinare: la mera “culpa in vigilando” non esclude la sussistenza dell’elemento psicologico La responsabilita` del professionista ai fini dell’addebito dell’infrazione disciplinare non necessita di cosiddetto dolo specifico e/o generico, essendo sufficiente la volontarieta` con cui l’atto e` stato compiuto ovvero omesso, anche quando questa si manifesti in un mancato adempimento all’obbligo di controllo del comportamento dei collaboratori e/o dipendenti. Il mancato controllo costituisce piena e consapevole manifestazione della volonta` di porre in essere una sequenza causale che in astratto potrebbe dar vita ad effetti diversi da quelli voluti, che pero` ricadono sotto forma di volontarieta` sul soggetto che avrebbe dovuto vigilare e non lo ha fatto. Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49  ...
art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo freccia_27_10Responsabilità disciplinare: la mera “culpa in vigilando” non esclude la sussistenza dell’elemento psicologico - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49
Responsabilità disciplinare: la mera “culpa in vigilando” non esclude la sussistenza dell’elemento psicologico - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49 La responsabilità del professionista ai fini dell’addebito dell’infrazione disciplinare non necessita di cosiddetto dolo specifico e/o generico, essendo sufficiente la volontarietà con cui l’atto è stato compiuto ovvero omesso, anche quando questa si manifesti in un mancato adempimento all’obbligo di controllo del comportamento dei collaboratori e/o dipendenti. Il mancato controllo costituisce piena e consapevole manifestazione della volontà di porre in essere una sequenza causale che in astratto potrebbe dar vita ad effetti diversi da quelli voluti, che però ricadono sotto forma di volontarietà sul soggetto che avrebbe dovuto vigilare e non lo ha fatto. Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49...
art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo freccia_27_10La responsabilità per fatto di associati, collaboratori e sostituti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49
La responsabilità per fatto di associati, collaboratori e sostituti - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49 L’avvocato è personalmente responsabile per condotte, determinate da suo incarico, ascrivibili a suoi associati, collaboratori e sostituti, salvo che il fatto integri una loro esclusiva e autonoma responsabilità (art. 7 ncdf). (Nel caso di specie, trattavasi di missiva inviata direttamente alla controparte assistita da legale, in ipotesi estranee a quelle consentite dall’art. 41 ncdf, ma il professionista aveva invocato un esonero di responsabilità disciplinare asserendo che, di fatto, la pratica era seguita da un suo collega di studio). Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 29 aprile 2017, n. 49...


 

Stampa Email

eBook - manuali

art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

art.  7 - Responsabilità disciplinare per atti di associati, collaboratori e sostituti  - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati