Comparizione incolpato - Impedimento giustificato

30/09/1995 1-Comparizione incolpato - Impedimento giustificato 2-gestione somme 1-L'impedimeto dell'avvocato a comparire dinnanzi al Consiglio dell'ordine, nell'ambito di un procedimento disciplinare, non può ritenersi sussistente qualora sia provato da un certificato medico che si limiti ad attestare condizioni fisiche precarie e comunque stabilizzate nel tempo. (Nella specie il medico faceva riferimento ad un intervento di natura cardio-chirurdica effettuato alcuni anni prima). 2- Costituisce violazione dei principi deontologici di lealtà e correttezza il comportamento dell'avvocato che trattenga indebitamente una somma di denaro destinata alla parte assistita. (C.N.F. 30 SETTEMBRE 1995, N. 102 - Pres. f.f. CAGNANI - Rel. CAGNANI - P.M. IANNELLI (conf.) (Rigetta ricorso avverso decisione del C.d.O. di Palermo del 12 maggio 1994).

Stampa