Indennità di trasferta

Indennità di trasferta Ove la parte ricorra a difensore residente in luogo diverso dalla sede del giudice adito, sia esso avvocato o procuratore, sono liquidabili, a carico del soccombente, l'indennità di trasferta e le relative spese (salvi gli opportuni correttivi in caso di eccessività o superfluità), dato che nelle tariffe forensi, a partire da quella approvata con D.M. 30 maggio 1969, dette spettanze sono contemplate senza alcuna delimitazione al solo rapporto con il cliente. Corte di Cassazione, Sez. un., n. 9913 del 9 ottobre 1990, contrarie: 716/82, 3225/78, 2407/77

Stampa Email

eBook - manuali

Indennità di trasferta - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Indennità di trasferta - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati