Ricorso al C.n.f. - Obbligo motivazione - Foroeuropeo La_Professione_Forense_mini

465 visitatori e 27 utenti online

Ricorso al C.n.f. - Obbligo motivazione

1-Ricorso al C.n.f. - Obbligo motivazione L'avvocato sanzionato con apposita decisione del Consiglio dell'ordine di appartenenza, nel proporre ricorso al Consiglio nazionale forense deve evidenziare specificamente i motivi di impugnazione. nell'ipotesi in cui il professionista si limita ad addurre inconsistenti e pretestuosi argomenti (quali le sue precarie condizioni economiche, la mancanza di lavoro, le disavventure familiari, ecc.) carenti - oltrettutto - del relativo riscontro probatorio, deve essere confermata l'imputazione degli addebiti contestati e, di conseguenza, se ritenuta congrua, confermata la sanzione inflitta. (C.N.F. - 5 DICEMBRE 1994, N. 143 - Pres. RICCIARDI - Rel. CAGNANI - P.M. FEDELI (conf.) - Rigetta ricorso avverso decisione C..d.O. di Firenze del 14 aprile 1993).

Stampa Email

eBook - manuali

Ricorso al C.n.f. - Obbligo motivazione - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Ricorso al C.n.f. - Obbligo motivazione - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati