Rispetto dei minimi e dei massimi

Rispetto dei minimi e dei massimi tabellari Seppure rientra nel potere discrezionale del giudice del merito la determinazione, senza alcun obbligo di motivazione, del compenso di procuratore e di avvocato, nondimeno tale insindacabile discrezionalità trova un preciso limite nel rispetto dei minimi e dei massimi tabellari che, a norma della deliberazione del Consiglio Nazionale Forense, sono inderogabili e possono essere rispettivamente diminuiti o aumentati, nella misura che il giudice reputi adeguata, solo previo parere favorevole del Consiglio dell'ordine, su istanza dell'interessato. Corte di Cassazione n. 1550 del 17 marzo 1981

Stampa Email

eBook - manuali

Rispetto dei minimi e dei massimi - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Rispetto dei minimi e dei massimi - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati