Sospensione cautelare - potere discrezionale - bis

Sospensione cautelare - potere discrezionale-impugnativa Nei casi previsti dall'art. 43, terzo comma della legge professionale, la sospensione cautelare appartiene all'insindacabile potere discrezionale del Consiglio dell'Ordine e l'esame del Consiglio nazionale forense è limitato al controllo della legittimità del provvedimento, non estendendosi al merito. Nella fattispecie è stato respinto il ricorso contro la delibera con cui il Consiglio dell'Ordine disponeva la sospensione cautelare del professionista perché le censure mosse dal ricorrente riguardavano la presunta inopportunità del provvedimento e la sua estrema gravità, con riferimento a situazioni personali e familiari, che raffiguravano pertanto ipotesi di violazione di legge o eccesso di potere. (C.N.F. 15 Giugno 1989, n. 90 - Pres. LANDRISCINA - Rel. LANDRISCINA - P.M. VALERI (concl. conf.) - Rigetta ricorso contro decisione Consiglio Ordine Venezia, 6 ottobre 1988).

Stampa Email

eBook - manuali

Sospensione cautelare - potere discrezionale - bis - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Sospensione cautelare - potere discrezionale - bis - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati