Sospensione cautelare facoltativa - Potere discrezionale - motivazione

Sospensione cautelare facoltativa - Potere discrezionale - motivazione La sospensione cautelare facoltativa, rientrando nei poteri discrezionali del Consiglio dell'Ordine, richiede una motivazione esplicita circa i presupposti su cui è emanata, quali la personalità del professionista, il nocumento di immagine che si estende alla classe, ed ogni altro elemento utile. Nella fattispecie è stato annullato, per motivazione inesistente, il provvedimento di sospensione cautelare adottato nei confronti di professionista colpito da custodia cautelare sul solo presupposto che questa "condizione soggettiva è incompatibile con l'esercizio dell'attività professionale". (C.N.F. 1 DICEMBRE 1992, N. 117 - Pres. LANDRISCINA - Rel. SICILIANO - P.M. NICITA (concl. conf.) (Accoglie ricorso contro decisione Consiglio Ordine Lecce, 6 novembre 1991).

Stampa Email

eBook - manuali

Sospensione cautelare facoltativa - Potere discrezionale - motivazione - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Sospensione cautelare facoltativa - Potere discrezionale - motivazione - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati