Compensazione delle spese - errori nella determinazione-

Compensazione delle spese - errori nella determinazione- il potere del giudice di compensare le spese è assolutamente discrezionale e pertanto sottratto ad ogni obbligo di motivazione, mentre la Cassazione può controllare se sono stati violati i minimi stabiliti dalla tariffa professionale purché i ricorso censuri analiticamente i conteggi liquidati. Invece l'errore nella determinazione delle spese vive è rimediabile o con la correzione o con la revocazione del provvedimento che le ha liquidate. Corte di Cassazione penale, Sez. II, n. 15373 del 1° dicembre 2000.

Stampa