Ricorso avverso decisioni C.d.O. - Legittimazione attiva

11/09/1996 1-Ricorso avverso decisioni C.d.O. - Legittimazione attiva del terzo 2-Ricorso al C.N.F. contro le decisioni del C.d.O.- Presentazione al C.N.F., 1-Ai sensi dell'art. 50 r.d.l. 27 novembre 1933, n. 1578 la legittimazione attiva a ricorrere al C.N.F. avverso le decisioni del C.d.O. spetta solo al professionista iscritto e al P.M.; non è quindi ammissibile il ricorso presentato da un terzo, sebbene interessato alla decisione. 2-Deve essere dichiarato inammissibile il ricorso presentato direttamente al C.N.F. e non negli uffici del C.d.O. che ha emesso la pronuncia avverso cui si ricorre (art. 39 r.d. n. 37/34). (C.N.F. - 11 SETTEMBRE 1996, N. 100 - Pres. F.f. Panuccio - Rel. Mazzarolli - P.M. Iannelli (conf.) (Dichiara inammissibile il ricorso avverso provvedimento di archiviazione del C.d.O. di Vibo Valentia, 25 novembre 1993).

Stampa Email

eBook - manuali

Ricorso avverso decisioni C.d.O. - Legittimazione attiva - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Ricorso avverso decisioni C.d.O. - Legittimazione attiva - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati