corrispondenza tra colleghi non producibile né riferibile in giudizio: presupposti e ratio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2018, n. 99

La corrispondenza tra colleghi non producibile né riferibile in giudizio: presupposti e ratio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2018, n. 99

L’art. 48 ncdf (già art. 28 codice previgente) vieta di produrre o riferire in giudizio la corrispondenza espressamente qualificata come riservata quale che ne sia il contenuto, nonché quella contenente proposte transattive scambiate con i colleghi a prescindere dalla suddetta clausola di riservatezza. Tale norma deontologica è dettata a salvaguardia del corretto svolgimento dell’attività professionale e, salve le eccezioni previste espressamente, prevale persino sul dovere di difesa.

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2018, n. 99

Stampa Email

eBook - manuali

corrispondenza tra colleghi non producibile né riferibile in giudizio: presupposti e ratio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2018, n. 99 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

corrispondenza tra colleghi non producibile né riferibile in giudizio: presupposti e ratio - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 settembre 2018, n. 99 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati