Rapporto di colleganza – Omessa astensione dalla udienze – Comunicazione all’avvocato di controparte – Necessità –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166 - Foroeuropeo La_Professione_Forense_mini

348 visitatori e 44 utenti online

Rapporto di colleganza – Omessa astensione dalla udienze – Comunicazione all’avvocato di controparte – Necessità –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166

Avvocato – Norme deontologiche – Rapporto di colleganza – Omessa astensione dalla udienze – Comunicazione all’avvocato di controparte – Necessità –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166

Comunicazione effettuata in udienza – Legittimità.

Il professionista che abbia deciso di non aderire alla astensione dalle udienze, ex art. 39 c.d.f., deve comunicare, in tempo congruo, agli altri difensori costituiti la sua decisione di voler svolgere regolarmente la propria attività; tuttavia, si può ammettere che la comunicazione di non aderire all’astensione sia data in udienza, alla sola condizione che il difensore di controparte sia messo nella possibilità di svolgere, a sua volta, il proprio dovere professionale. Si ritiene, infatti, che ove la trattazione della causa pregiudichi gli interessi della parte assistita, anche l’avvocato che aderisce all’astensione possa sviluppare le proprie difese senza incorrere nella violazione dell’articolo 39 II comma c.d.f.. Pertanto, assolto l’onere di informazione l’avvocato che non intenda aderire alla astensione può svolgere normalmente l’attività defensionale, trattando la causa, anche se il difensore di controparte intenda aderire all’astensione. (Nella specie è stato ritenuto non responsabile disciplinarmente l’avvocato che aveva dichiarato in una prima udienza di non voler aderire all’astensione, in quanto l’azione richiesta era motivata dalla urgenza e dal pericolo di lesione del diritto della parte, mentre in una udienza successiva, non ricorrendo le ipotesi di urgenza, aveva anche lui aderito all’astensione promossa dagli organi forensi). (Accoglie il ricorso per revocazione avverso decisione C.N.F. n. 159/2003).

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166

Stampa Email

eBook - manuali

Rapporto di colleganza – Omessa astensione dalla udienze – Comunicazione all’avvocato di controparte – Necessità –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Rapporto di colleganza – Omessa astensione dalla udienze – Comunicazione all’avvocato di controparte – Necessità –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 12 luglio 2004, n. 166 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati