Revocazione delle sentenze CNF - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 18 dicembre 2017, n. 209

Anche la revocazione delle sentenze CNF è possibile solo per errore di fatto

L’errore di fatto, eccepibile anche dinanzi al CNF attraverso il ricorso per revocazione (art. 395 cpc e ss.), consiste in un errore di percezione o in una mera svista materiale che abbia indotto il giudice a supporre l’esistenza o l’inesistenza di un fatto decisivo che risulti invece incontestabilmente escluso o accertato alla stregua degli atti o documenti di causa e che non abbia costituito oggetto di un punto controverso su cui il giudice si sia pronunciato. L’eventuale accoglimento del ricorso per revocazione, impone di affrontare nel merito le questioni sottoposte dall’attenzione del Consiglio, con il ricorso originario e riproposte nel ricorso per revocazione.

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 18 dicembre 2017, n. 209

 

Stampa Email

-Scuola forense foroeuropeo.

eBook - manuali

Revocazione delle sentenze CNF - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 18 dicembre 2017, n. 209 - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Revocazione delle sentenze CNF - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 18 dicembre 2017, n. 209 - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati