Sanzione inflitta al Consiglio dell'ordine La morte dell'avvocato

05/12/1994 - Sanzione inflitta al Consiglio dell'ordine La morte dell'avvocato che, dopo la sanzione inflitta dal Consiglio dell'ordine, aveva proposto ricorso al Consiglio nazionale forense, determina l'impossibilità di prosecuzione dello stesso procedimento innanzi al Consiglio nazionale forense. Tanto si pone in termini di preclusiva pregiudizialità rispetto all'esame del merito e se ne deve dichiarare il non luogo a procedere per morte del professionista. (C.N.F. - 5 DICEMBRE 1994, N. 133 - Pres. RICCIARDI - Rel. BUCCICO - P.M. FEDELI (conf.) (Dichiara non luogo a deliberare per morte del ricorrente avverso decisione C.d.O. di Messina del 6 aprile 1991).

Stampa Email

eBook - manuali

Sanzione inflitta al Consiglio dell'ordine La morte dell'avvocato - Foroeuropeo puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

eBook - manuali glossario

Sanzione inflitta al Consiglio dell'ordine La morte dell'avvocato - Foroeuropeo puntovGlossario - relativo alla protezione delle persone fisiche

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati