Art.57.(Divieto di cancellazione)

Stampa
Print Friendly, PDF & Email

LEGGE 31 dicembre 2012, n. 247 Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense. (GU n.15 del 18-1-2013) Entrata in vigore dal: 02/02/2013

articolo vigente

Articolo vigente

Art. 57.(Divieto di cancellazione)

1. Durante lo svolgimento del procedimento, dal giorno dell'invio degli atti al consiglio distrettuale di disciplina non può essere deliberata la cancellazione dall'albo.

modifiche - note

COMMENTI

 

articolo previgente

PRECEDENTE FORMULAZIONE

 

la giurisprudenza 

___________________________________________________________

Documenti collegati:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

Cancellazione dall’albo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 settembre 2017, n. 123 - 2Cancellazione dall’albo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 settembre 2017, n. 123 - 2
Il divieto di cancellazione dall’albo dal momento dell’invio degli atti al CDD E’ manifestamente infondata, per asserito contrasto con gli artt. 3, 13, 16 e 35 Cost., la questione di legittimità costituzionale dell’art. 57 L. n. 247/2012 (già art. 37, co. 8, RDL n. 1578/1933) nella parte in cui vieta la cancellazione dall’albo (ed il trasferimento presso altro COA) del professionista sottoposto a procedimento disciplinare, stante la ragionevolezza delle esigenze sottese alla norma stessa, la quale infatti, oltre a non comportare alcuna limitazione all’esercizio dell’attività professionale...
Cancellazione dall’albo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 settembre 2017, n. 123Cancellazione dall’albo - Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 23 settembre 2017, n. 123
Dall’invio degli atti al CDD, vietato cancellarsi dall’albo o trasferirsi presso altro COA Il divieto di cancellazione dall’albo del professionista sottoposto a procedimento disciplinare (artt. 57 L. n. 247/2012 e 13 Reg. CNF n. 2/2014) opera anche nell’ipotesi di domanda di mobilità avanzata dall’avvocato nei cui confronti il COA ha inviato gli atti al consiglio di disciplina, atteso che il procedimento di trasferimento si perfeziona necessariamente con apposita deliberazione di cancellazione dall’albo, e cioè con un atto che, nell’ipotesi in esame, la legge vieta di adottare. Consiglio...
Cancellazione dall’Albo - Consiglio nazionale forense, 24 maggio 2017, n. 35Cancellazione dall’Albo - Consiglio nazionale forense, 24 maggio 2017, n. 35
Il COA di Roma chiede di sapere se possa procedersi alla cancellazione dall’Albo di un iscritto che, pur ancora soggetto a procedimento disciplinare dinanzi al locale Consiglio distrettuale di disciplina, abbia ottenuto per il medesimo fatto sentenza di assoluzione da parte del Tribunale penale. (Quesito n. 273, COA di Roma) Ritiene la Commissione che dispieghi piena efficacia, nella specie, il divieto di cancellazione in pendenza di procedimento disciplinare, ribadito dall’art. 57 della legge n. 247/12. Permane infatti, pure a seguito della sentenza di assoluzione in sede penale, l’...
Avvocato - trasferimento ad altro Ordine - Consiglio nazionale forense, 28 aprile 2017, n. 23Avvocato - trasferimento ad altro Ordine - Consiglio nazionale forense, 28 aprile 2017, n. 23
Il Coa di Roma formula il seguente quesito: “Si valuti se un avvocato che abbia pratiche disciplinari pendenti davanti al Consiglio Distrettuale di Disciplina della propria regione, possa richiedere ed ottenere il trasferimento ad altro Ordine del Distretto della Corte d’Appello, anche se ciò rischi di incidere sulla terzietà e composizione del Collegio giudicante, creando i presupposti per eventuali incompatibilità con uno di componenti”. La risposta è nei seguenti termini: Ai sensi dell’art. 57 della L. 247/2012 “durante lo svolgimento del procedimento, dal giorno dell’invio degli atti...

___________________________________________________________