foroeuropeo.it

Rappresentanza di genere al Consiglio dell'ordine di Roma - Mercoledì 5/3 decide il Tar Lazio.

Print Friendly, PDF & Email

Il Tar del Lazio alla udienza di mercoledì 3 marzo dovrà pronunciarsi sul ricorso presentato dall'Avv. Livia Rossi, prima delle elette alle scorse elezioni contro la delibera del Consiglio dell'Ordine di Roma che, a maggioranza, ha sostituto il consigliere dimissionario, perchè eletto alla Cassa forense, con il primo degli eletti candidato nella lista di maggioranza non ritenendo di applicare il principo previsto dall'art. 28 l. 247/12 sul rispetto della obbligatorietà della rappresentanza del genere meno rappresentato.

 

La questione era stata sollevata in adunanza (estratto verbale adunanza 9/1/2014 pubblicato sul sito):
"Il Consigliere Condello deposita: 1.copia estratto del verbale dell’Ordine di Lecce, 2.copia comunicazione del 4 giugno 2013 del Ministero della Giustizia; 3.delibera Consiglio dell’Ordine di Rieti; 4.comunicazione del Consiglio Nazionale Forense del Ministero del 6 maggio 2013, 5.delibera risultati elettorali elezioni Consiglio dell’Ordine.

Il Consigliere Condello rileva che da detta documentazione si evidenziano le ragioni che impediscono l’applicazione dell’istituto del “subentro” previsto dalla Legge n. 247/2012 in sostituzione dell’istituto delle “elezioni suppletive” previste dalla precedente legge professionale.
L’art. 1, c. 3 L. n. 247/2012, difatti, dispone che “All’attuazione della presente legge si provvede mediante regolamenti adottati con decreto del Ministero della Giustizia, ai sensi dell’art. 17, c. 2, della Legge 23 agosto 1988 n. 400, entro due anni dalla data delle sua entrata in vigore”.
Aggiunge l’art. 65, c. 1 che “Fino alla data di entrata in vigore dei regolamenti previsti nella presente legge, si applicano se necessario e in quanto compatibili le disposizioni vigenti non abrogate, anche se non richiamate”.
Il legislatore della riforma ha rinviato l’entrata in vigore di tutte le norme per le quali occorre adottare decreti legislativi governativi, nonché decreti ministeriali (del Ministero della Giustizia) ed ha inteso dare immediata applicabilità a determinate disposizioni, l’ha affermato espressamente (cfr art. 65, c. 4, in materia di incompatibilità tra la carica di consigliere dell’ordine e quella di Delegato alla Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense, disciplinata dall’art. 28, c. 10).

Invece, per le elezioni dei Consigli dell’Ordine, espressamente l’art. 25, c. 2 dispone “Gli iscritti aventi titolo eleggono i componenti del consiglio dell’ordine, con le modalità stabilite dall’articolo 28 e in base a regolamento adottato ai sensi dall’articolo 1.” E lo stesso art. 28, c. 2, prevede che i componenti del Consiglio siano eletti dagli iscritti con voto segreto “in base a regolamento adottato ai sensi dell’articolo 1, e con le modalità nello stesso stabilite”.

Ne consegue che anche il meccanismo del “subentro” del primo dei non eletti al posto dell’eletto deceduto, dimesso o decaduto non può non rimanere inciso dalla nuova filosofia del sistema elettorale scelto con la L. n. 247/2012 e da dettagliare con il regolamento ministeriale.

Tale interpretazione rappresenta una delle possibili soluzioni ed è stata del resto prospettata anche nella nota del Consiglio dell’Ordine di Rieti, “... secondo cui, stante la sostanziale continuità soggettiva tra i vecchi consigli circondariali e i consigli dell’ordine di cui all’articolo 28 l. 234 del 2012, si renda invece immediatamente applicabile per il principio tempus regit actum, in considerazione del principio di economicità e di conservazione degli effetti, l’art. 28 comma 6 della l. 247/2012, che peraltro è norma già entrata in vigore, con la conseguenza che alla sostituzione del consigliere dimissionario si deve procedere con il subentro del primo dei non eletti, nel rispetto e mantenimento dell’equilibrio dei generi” (doc. 3).

La proposta del Presidente di applicare l’istituto del “subentro”, pertanto, alla luce di quanto precisato, è in palese contrasto con la Legge 247/12 e con le determinazioni del Consiglio Nazionale Forense (doc 4), unico Ente giurisdizionale legittimato in materia.

Al Consiglio Nazionale Forense inoltre la nuova normativa all’art. 35 comma 1 lettera F ha conferito “L’attività di coordinamento e di indirizzo dei consiglio dell’Ordine circondariale.
Il Consigliere Condello evidenzia, inoltre, che in virtù di una precedente delibera del Consiglio dell’Ordine di Roma ove prevista la convocazione dell’assemblea a mezzo PEC non si ipotizzano i costi cui fa riferimento il Presidente.
Il Consigliere Condello chiede, pertanto, al Consiglio di deliberare le “elezioni suppletive” ai sensi della legge vigente per la sostituzione del Consigliere dimissionario.
Il Consigliere Condello chiede di procedersi prima con il voto sul problema del subentro e/o elezioni suppletive e poi votare sul problema relativo alla individuazione del primo dei non eletti.
Il Consigliere Condello prende atto che, qualora la maggioranza deliberasse per l’applicazione dell’istituto del “subentro” e con riferimento all’individuazione del primo dei non eletti evidenzia al Consiglio, con riferimento al doc. n. 5 depositato, che il primo dei non eletti, “per il mantenimento dell’equilibrio di genere” è l’Avv. (omissis) ai sensi dell’art. 28/6.

Il Consigliere Condello richiama inoltre le delibere dell’Ordine di Lecce ove è chiaramente precisato: “Visto l’art. 28/6 della L. 247/2012, ritenuto che detta norma sia già entrata in vigore, con la conseguenza che alla sostituzione del Consigliere dimissionario si deve procedere con il subentro del primo dei non eletti, nel rispetto e mantenimento dell’equilibrio dei generi; rilevato che il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Lecce è in perfetto equilibrio tra i generi, avendo nel suo interno un terzo di componenti donne; constatato che dall’esame del verbale della tornata elettorale dell’anno 2012 risulta che il primo dei non eletti è l’Avv. (omissis).”
Tutto ciò è ribadito nella delibera di Rieti ove è precisato che “principio di economicità e di conservazione degli effetti, l’art. 28 comma 6 della L. 247/2012 che per altro è norma già entrata in vigore, con la conseguenza che alla sostituzione consigliere dimissionario si deve procedere con il subentro del primo dei non eletti, nel rispetto e mantenimento dell’equilibrio dei generi”.

L’Ordine di Rieti ha rispettato detto principio nella composizione del Consiglio.
Detto concetto,infine, è stato ripreso dal Ministero della Giustizia con la comunicazione del 4 giugno 2013 depositata.
Il Consigliere Condello pertanto ritiene essere subentrante l’Avv. (omissis) per il rispetto dell’equilibrio di genere previsto dalla legge e che una delibera differente comporta una violazione del comma 1 lettera b della Legge 247/2012 con possibili conseguenze negative nei confronti del Consiglio.

Il Consigliere Condello chiede al Presidente di precisare i motivi di urgenza per rendere immediatamente esecutiva la delibera.

omissis

Il Consiglio, dunque concordando con l’interpretazione suggerita dal Presidente Vaglio (e ribadita nei conformi interventi del Consigliere Segretario Di Tosto, del Consigliere Tesoriere Galletti e dei Consiglieri Cassiani e Mazzoni), in quanto conforme alla lettera e alla ratio della disciplina dettata dalla legge di riforma professionale, nonché ai principi generali di economicità ed efficacia dell’azione amministrativa, delibera che la composizione del Collegio sia immediatamente integrata con il subentro dell’Avv. Antonio Caiafa in sostituzione della dimissionaria Avv. Donatella Cerè.

La presente delibera è immediatamente esecutiva per consentire al Collegio di operare nella pienezza delle sue funzioni e del numero dei componenti fissato ex lege, anche alla luce dei prossimi importanti impegni (Cerimonia di sabato per i 25 anni di Avvocatura, partecipazione dei Consiglieri alla prossima Conferenza di Napoli, dove saranno assunte decisioni di rilievo assoluto per il futuro dell'Avvocatura, necessità di non aggravare ancora il carico di lavoro dei Consiglieri in tema di disciplina e opinamenti), considerata l’urgenza di reintegrare il plenum del Collegio, anche in previsione del punto 2) all’ordine del giorno dell’odierna adunanza relativo alla necessaria immediata redistribuzione delle deleghe per il funzionamento dei Dipartimenti, delle Strutture e dei Progetti consiliari dopo le dimissioni del precedente Consigliere Tesoriere.

Pertanto, subito dopo l’adozione della presente delibera, viene consentito l’accesso nell’adunanza del Consigliere, Avv. Antonio Caiafa."

Alla udienza, come si rileva dal sito del Tar Lazio, resistono il nuovo consigliere, subentrato al Consigliere dimissionario, con l'assistenza dell' Avv. Antonino Galletti, Consigliere tesoriere del Consiglio e il Consiglio dell'Ordine con l'assistenza di altro Avvocato. Si è costituito il Ministro della Giustizia con l'assitenza dell'Avvocatura di Stato.

Leggende metropolitane narrano che alcune centinaia di "Avvocate" di tutta Italia pensano di attivare, nei prossimi giorni, azioni clamorose per il mancato rispetto della nuova normativa..


      Articoli precedenti pubblicati:

 

Documenti collegati:

Aiuto: Un sistema esperto carica in calce ad ogni articolo i primo cento documenti di riferimento in ordine di pubblicazione (cliccare su ALTRI DOCUMENTI  per continuare la visualizzazione di altri documenti).

La visualizzazione dei documenti può essere modificata attivando la speciale funzione prevista (es. selezionale Titolo discendente per ordinare le massime in ordine alfabetico).

E' possibile anche attivare la ricerca full test inserendo una parola chiave nel campo "cerca" il sistema visualizzerà solo i documenti con la parola chiave inserita.

"GHE PENSI MI" a farvi pagare le parcelle dal Comune di Roma disse il neo Presidente Vaglio, nel 2012, ad alcune centinaia di Avvocati romani. Ma le bufale elettorali prima o dopo vengono a galla.
 "GHE PENSI MI" disse nel 2012 il neo Presidente Vaglio, sostenuto dai suoi fidi Consiglieri, a centinaia di avvocati romani: mandatemi le sentenze con la condanna alle spese di giudizio nei confronti del Comune di Roma e vi faremo pagare. Alcune FLASH E-MAIL, del Presidente Vaglio e del Segretario Di Tosto, ci hanno informato, in questi giorni, delle presenze dei Consiglieri nelle adunanze del triennio passato, dei corsi a pagamento per diventare "avvocati telematici", e come attivare il processo esecutivo telematico. Con queste Flash e-Mail -abbiamo appreso che il Consigliere...
Dopo l’allontanamento dei sostenitori Dopo l’allontanamento dei sostenitori "PON PON" e dei Candidati "VASA-VASA" anche i 9 Candidati overbooking delle liste a 25 corrono lo stesso rischio?
OSSERVATORIO FORENSE ROMANO: dopo l'allontanamento dei sostenitori PON PON e dei Candidati VASA-VASA anche i Candidati overbooking delle liste a 25 corrono lo stesso rischio?  Spigolature elettorali Il Regolamento elettorale (D.M. 170/2014) ha introdotto importanti nuovi principi per eliminare i sostenitori "PON PON" - distributori di materiale pubblicitario nel corridoi della Cassazione - ed i Candidati "VASA VASA" davanti ai seggi elettorali (DM 170/2014: "E' comunque vietata, in qualsiasi forma, nel luogo e nel tempo in cui si svolgono le operazioni di voto e nelle sue immediate...
Ordine di Roma: Il CNF al Guardasigilli: Ordine di Roma: Il CNF al Guardasigilli: "Ordine degli Avvocati: Consiglio da sciogliere"
Ordine di Roma: Il CNF al Guardasigilli: "Ordine degli Avvocati: Consiglio da sciogliere" Articolo dal Corriere della sera dell' 9 giugno 2014 {edocs}/pdf/vaglio_cdsera_9_6.pdf,800,1000{/edocs}         Articoli precedenti pubblicati:  {loadposition carica} ...
Cosa succede al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Romani ?Cosa succede al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Romani ?
Cosa succede al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Romani ? dal sito web www.avvocatiperleuropa.it 04 Giugno 2014.-  Cosa succede al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati Romani ? Lettera aperta indirizzata ai soggetti, dichiarati ed anonimi, che tentano con l’invio di email e fax di denigrare il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma, ai Colleghi che chiedono notizie, preoccupati per gli effetti negativi che si stanno verificando a livello nazionale ed ai Consiglieri eletti nella lista Mauro Vaglio  da Domenico Condello – Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma...
 


 


Accedi

Cerca in Foroeuropeo

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

sciola bbbbbb - CORSO ESAME ORALE ABILITAZIONE AVVOCATO

  • ESAME ORALE

    ESAME ORALE AVVOCATO

    PERCORSI DIDATTICI SVILUPPATI PER MATERIE CONTENENTI: videolezioni, diapositive, sommari e schede per appunti, domande e risposte annotate con i riferimenti normativi, link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it.

    Quaderni con i testi da visualizzare e stampare.

    Un sistema rivoluzionario per la preparazione, rapida e completa, agli esami orali di abilitazione di avvocato.

  • CPC

    6 1CORSO ONLINE DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - 

    14 PERCORSI DIDATTICI CONTENENTI: 54 videolezioni, diapositive, sommari e schede per appunti, domande e risposte annotate con i riferimenti normativi, link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it – Quaderni con i testi da visualizzare e stampare - Un sistema rivoluzionario per la preparazione, rapida e completa, ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami orali di abilitazione di avvocato.

    .leggi tutto

  • CPP

    6 1 CORSO ONLINE DIRITTO PROCESSUALE PENALE -

    50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I corsi per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione professionale. in preparazione

  • amministrativo

    6 1CORSO ONLINE DIRITTO AMMINISTRATIVO -

    50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I MANUALI GIURIDICI MULTIMEDIALI per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione professionale. in preparazione

  • Ordinamento forense

    6 1 CORSO ONLINE ORDINAMENTO FORENSE E DIRITTI E DOVERI DELL'AVVOCATO -

    50 videolezioni con diapositive inserite in 15 percorsi formativi. Quaderno pdf da visualizzare e stampare con sommari e schede per appunti. Quaderno con domande e risposte annotate con i riferimenti normativi e con link di collegamento alla banca dati "Codici civili annotati con le massime della Cassazione" di foroeuropeo.it - I corsi per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione forense. in preparazione

LA NEGOZIAZIONE ASSISTITA

  • NEGOZIARE CON METODO

    Corso di formazione 

    LA NEGOZIAZIONE ASSISTITA, - NEGOZIARE CON METODO  - Il nuovo strumento di ADR che riconosce agli avvocati un ruolo centrale nell’assistere le parti nella negoziazione finalizzata alla ricerca di un accordo –Docenti: Tiziana Fragomeni: avvocato negoziatore, mediatore e formatore in tecniche di negoziazione, mediazione e gestione costruttiva dei conflitti. Responsabile scientifico del Movimento Enne.Zero - Flavia Silla: avvocato patrocinante in Cassazione, dottore commercialista, revisore legale, mediatore ai sensi del D.lgs. n. 28/2010 e pubblicista I lezione Venerdì 11 giugno 2021 Corso di formazione - Quattro lezioni da 5 ore, con orario per un totale di 20 ore. Richiesto accreditamento al C.N.F.

  • LA NEGOZIAZIONE ASSISTITA

    PREMESSA

    Chi svolge la professione dell’avvocato sa bene che già da tempo tutto sta andando in una precisa direzione: la necessità di un avvocato esperto non solo di contenzioso ma anche di negoziazione che, se utilizzata con metodo, offre al legale gli strumenti per scegliere la migliore strategia con il suo assistito per giungere a esiti soddisfacenti e produttivi, sia per il cliente sia per il professionista avvocato.

    Il corso di formazione si propone di far conoscere la negoziazione assistita, entrata in vigore con il decreto legge 132/14, convertito con la legge 162/14, quale nuovo strumento di ADR che riconosce alle parti il potere di autoregolamentazione dei loro rapporti e ai rispettivi avvocati un ruolo centrale nell’assisterle nella negoziazione finalizzata alla ricerca di un accordo. Quest’ultimo, una volta raggiunto e sottoscritto dalle parti e dagli avvocati che le assistono, costituisce titolo esecutivo e per l’iscrizione di ipoteca giudiziale.

    Viene illustrato con aspetti pratici un metodo (Metodo O.A.S.I. – Osservare, Ascoltare, Sentire, Integrare e le sue mappe sinottiche) progettato per superare le logiche delle contrapposizioni grazie a una visione d’insieme che coglie tutti gli aspetti più rilevanti di un problema, tecnici e relazionali, facendo uso di strumenti che hanno come scopo quello di aiutare le persone a comprendere che cosa è veramente importante per gestire il loro problema e raggiungere una soluzione attraverso la strategia più efficace.

    OBIETTIVI

    Conoscere e saper usare lo strumento della negoziazione assistita, nei suoi aspetti procedurali e normativi;

    Conoscere e saper usare il Metodo O.A.S.I. e le sue mappe sinottiche per negoziare efficacemente.

     

  • DURATA

     DURATA

    Quattro lezioni da 5 ore, con orario 14.00/19.00 per un totale di 20 ore.

    I lezione Venerdì 11 giugno 2021

    • Il decreto 132/14: durata, forma, contenuto, requisiti
    • Conseguenze della mancata risposta all’invito ad aderire alla procedura
    • L’omologazione dell’accordo
    • Ipotesi di annullamento, nullità, risoluzione dell’accordo 

    II lezione Venerdì 18 giugno

    • Obblighi per le parti e per i difensori relativi alla tutela della riservatezza
    • L'invito del giudice ad avviare una procedura di negoziazione
    • Cooperare in buona fede e lealtà: cosa significa, cosa comporta 

    III lezione Venerdì 25 giugno

    • Il Metodo O.A.S.I. (Osservare, Ascoltare, Sentire, Integrare)
    • Come esaminare un negoziato: l’importanza dello sguardo sinottico
    • Anatomia della negoziazione: fase preparatoria, negoziale, conclusiva 

    IV lezione venerdì 2 luglio

    • Le mappe di O.A.S.I. Come il loro uso facilita la negoziazione
    • Come costruire una mappa dei princìpi da allegare alla convenzione di negoziazione
    • Applicazione delle mappe a casi concreti di negoziazione

     

  • DOCENTI

    DOCENTI

    Tiziana Fragomeni: avvocato negoziatore, mediatore e formatore in tecniche di negoziazione, mediazione e gestione costruttiva dei conflitti. Responsabile scientifico del Movimento Enne.Zero, Membro del Consiglio Direttivo di Progetto Conciliamo e del Comitato Tecnico Scientifico, da anni progetta, organizza e conduce workshop, corsi ed eventi in materia di negoziazione, gestione dei conflitti e mediazione per enti pubblici e privati. Autrice di testi in materia di mediazione e conflitto.

    Flavia Silla: avvocato patrocinante in Cassazione, dottore commercialista, revisore legale, mediatore ai sensi del D.lgs. n. 28/2010 e pubblicista. Collabora da tempo in qualità di docente a corsi e seminari organizzati da importanti società di formazione e da Ordini professionali ed è autrice di pubblicazioni in materia societaria, fallimentare e tributaria e, da ultimo, di mediazione civile e commerciale. E’ socio fondatore dell’associazione Enne.Zero costituita tra avvocati e professionisti della negoziazione e ha partecipato a diversi

Menu Offcanvas Mobile