foroeuropeo.it

Favor rei e nuovo codice deontologico: la valutazione della norma deontologica più favorevole all’incolpato

Print Friendly, PDF & Email

Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Melogli, rel. Sorbi), sentenza n. 162 del 17 luglio 2021

 

La nuova disciplina codicistica si applica anche ai procedimenti disciplinari in corso al momento della sua entrata in vigore, se più favorevole per l’incolpato (art. 65 L. n. 247/2012). Ne consegue la necessità di valutare la condotta costituente illecito disciplinare prima alla luce delle norme deontologiche così come previste dal Codice in vigore al tempo del compimento dell’illecito; successivamente, di valutare la medesima condotta alla luce del Nuovo Codice attualmente vigente, e conseguentemente applicare la norma che, in concreto, risulta più favorevole all’incolpato.

Consiglio Nazionale Forense (pres. f.f. Melogli, rel. Sorbi), sentenza n. 162 del 17 luglio 2021

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile