foroeuropeo.it

Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità - Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 153 del 3 agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Anche l’accordo sul compenso deve rispettare il criterio di proporzionalità

Il divieto di richiedere compensi manifestamente sproporzionati (art. 29 cdf, già art. 43 codice previgente) è posto a tutela del cliente e prescinde dal consenso di questi. Conseguentemente, l’accordo sul compenso tra avvocato e cliente non può derogare al principio di proporzionalità, dovendo sempre essere correlato all’attività svolta.

Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 153 del 3 agosto 2020

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile