foroeuropeo.it

Urbanistica - modi di attuazione della disciplina urbanistica - piani regolatori comunali - piani regolatori generali – Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 13336 del 07/06/2006  

Print Friendly, PDF & Email

Obbligo di conoscenza da parte del giudice - Configurabilità - Esclusione - Onere di allegazione a carico della parte interessata - Necessità - Fondamento - Giudizio di cassazione - Produzione del piano regolatore - Ammissibilità - Deposito di altre certificazioni - Divieto - Fondamento.


In tema di distanze fra costruzioni, poichè il piano regolatore di un comune costituisce norma di carattere secondario (soggetta a pubblicazione presso il comune stesso), il giudice non è tenuto a conoscerne nè a ricercarne d'ufficio il contenuto,atteso che incombe sulla parte interessata l'onere di allegazione anche in sede di giudizio per cassazione, non ostandovi il divieto stabilito dall'art. 372, prima parte, cod. proc. civ.;tale norma è, viceversa, ostativa alla produzione di qualsivoglia ulteriore certificazione o documentazione relativa al piano stesso, come ad es. quella relativa alla zona in cui ricade il fabbricato in oggetto, giacchè in tal modo si verrebbe a compiere in sede di legittimità un'indagine di fatto riservata al giudice di merito.

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 13336 del 07/06/2006  

 

 

 

MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA:

Menu Offcanvas Mobile