• Avvocati
  • Rimborso del patrocinio a spese dello Stato: il Consiglio di Stato chiarisce i quesiti avanzati dalla Regione Sicilia

Rimborso del patrocinio a spese dello Stato: il Consiglio di Stato chiarisce i quesiti avanzati dalla Regione Sicilia

Nel Parere relativo al patrocinio a spese dello Stato nel processo amministrativo, l'Ufficio Studi del Consiglio di Stato si è espresso su varie tematiche tra le quali l'individuazione del giudice di competenza e la natura (non) decadenziale del termine d'istanza.   - Redazionale

Il Consiglio di Stato sollecitato dal Consiglio della Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia (CGARS), l’Ufficio Studi si è espresso circa i quesiti ad esso sottoposti in tema al patrocinio a spese dello Stato. La questione formulata dal CGARS, anche in luce dell'autonomia finanziaria della Regione, si articola nei seguenti punti:

  1. sul giudice competente a liquidare il compenso al difensore in patrocinio.
  2. il termine entro in cui è necessario presentare istanza di liquidazione.
  3. sull’omissione della clausola all’art. 133 t.u. n.115/2018.
  4. in relazione a questioni varie sull’art. 130 bis t.u. spese di giustizia introdotto dal d.l. n. 113/2018.

 In merito al primo quesito, una volta approvata l'ammissibilità della richiesta di parere, la competenza è del giudice "che procede" ex art. 83, co. 2 e 3 bis, t.u. n. 115/2002. In particolare, in caso di appello cautelare, il giudice competente è da individuarsi nel giudice d'appello i.e. il Consiglio di Stato in qualità di giudice che definisce e chiude la fase del processo dove è stata richiesta l'ammissione al patrocinio gratuito.

Il secondo quesito riguardante il termine per presentare istanza di liquidazione, il CGARS richiede chiarificazioni in tema della natura decadenziale o meno del termine. L'ufficio Studi esprime la sua preferenza verso la tesi che scarta la decadenza del termine, rendendo possibile presentare istanza che dopo il termine applicando la disciplina generale ex art. 152 cpc.

In merito al terzo quesito, l'Ufficio enuncia le diverse possibilità per ovviare al problema del rimborso spese nel caso di sentenza o ordinanza di condanna alle spese in favore della parte ammessa a gratuito patrocinio. In riferimento 

Il quarto quesito ha come oggetto l'onorario al difensore della parte ammessa al gratuito patrocino nel caso in cui l'impugnazione sia inammissibile. L'ufficio alla luce del principio tempus regit actum dispone che la norma sia applicabile a tutti i casi posti in essere dopo la sua entrata in vigore. nel caso di specie, il CGARS interroga l'Ufficio circa la liquidazione del compenso nel caso di appello cautelare, e se in tal caso ci sia la necessità di fare riferimento all'esito del giudizio di merito dell'intero procedimento ovvero avere riguardo solo della fase cautelare appellata. In merito a ciò, anche in riferimento alla giurisprudenza di legittimità (Cass. 34190/2003) il Consiglio di Stato si è pronunciato in riferimento al principio di strumentalità della fase cautelare, e dunque optando per il primo orientamento. 

il parere del Cconsiglio di Stato: 

https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/-/parere-29-agosto-2019-dell-ufficio-studi-in-tema-di-patrocinio-a-spese-dello-stato-nel-processo-amministrativo

Stampa Email

Codice deontologico forense vigente - annotato con la giurisprudenza (B)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Compenso avvocati - periodo dal 2018 (B)

Programma calcolo parametri d.m. 37/2018 - Elabora le notule in materia stragiudiziale

D.M. 37/2018 - Attività stragiudiziale

IL PROGRAMMA ELABORA UNA NOTULA STRAGIUDIZIALE

Programma calcolo parametri d.m. 37/2018 - Elabora le notule in materia penale

D.M. 37/2018 - Attività penale

IL PROGRAMMA ELABORA UNA NOTULA IN PENALE

Programma calcolo parametri d.m. 37/2018 - Elabora le notule in materia civile

D.M. 37/2018 - Attività giudiziale civile 

IL PROGRAMMA ELABORA UNA NOTULA IN CIVILE AMMINISTRATIVO E TRIBUTARIO

Avvocati: Osservatorio forense (B)

Difensore d'ufficio - Art. 116 del d.P.R. n. 115 del 2002 – Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 8359 del 29/04/2020 (Rv. 657594 - 01)

Liquidazione dell'onorario -Condizioni - Previa dimostrazione dell'esperimento di un vano e non pretestuoso tentativo di recupero - Necessità - Impossidenza dell'assistito - Prova - Esclusione - Ragioni - Fattispecie.

Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura

Coronavirus, CNF: "Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura”

..... segue altra documentazione

..

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati