• Avvocati

ATTUALITA' - NEWS - AVVOCATI

approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che introduce disposizioni integrative e correttive al Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza - Consiglio dei Ministri del 18 Ottobre 2020

CODICE DELLE CRISI D’IMPRESA E DELL’INSOLVENZA

Disposizioni integrative e correttive a norma dell'articolo 1, comma 1, della legge 8 marzo 2019, n. 20, al decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, recante “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155” (decreto legislativo – esame definitivo)

Stampa Email

Imposta relativa alla registrazione di una sentenza in tema di successione ereditaria, liquidata dall’Agenzia delle Entrate – - Corte di Cassazione, sez. V, ordinanza n. 10257 del 29 maggio 2020.  

Impugnazione dalla contribuente  dell’avviso di pagamento, non essendo l’imposta dovuta, poiché era stata cancellata la trascrizione della domanda giudiziale con accordo transattivo tra le parti che prestavano acquiescenza agli effetti civili della sentenza (da considerarsi inesistenti per loro volontà) – La Commissione tributaria regionale (C.T.R.), in riforma della sentenza di primo grado, respingeva il ricorso della contribuente - Corte di Cassazione, sez. V, ordinanza n. 10257 del 29 maggio 2020.  

Stampa Email

Avvocati - liquidazione degli onorari per l'attività professionale procedimento ex ex art. 28 della legge 13 giugno 1942, n. 794 - giudice competente - Corte di Cassazione Civile Sent. Sez. U n. 4247 Anno 2020

toga"Nel caso in cui un avvocato abbia scelto di agire ex art. 28 della legge 13 giugno 1942, n. 794, come modificato dalla lett. a) del comma 16 dell'art. 34 del d.lgs. 10 settembre 2011, n. 150, nei confronti del proprio cliente, proponendo l'azione prevista dall'art. 14 del decreto legislativo n. 150 del 2011 e chiedendo la condanna del cliente al pagamento dei compensi per l'opera prestata in più gradi e/o fasi del giudizio, la competenza è dell'ufficio giudiziario di merito che ha deciso per ultimo la causa". 

 

Stampa Email

Nuove misure urgenti per contrastare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenerne gli effetti in materia di giustizia civile, penale, tributaria e militare legge di conversione 24 aprile 2020, n. 27 del DL 18/2020

estratto da Testo del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - Edizione Straordinaria n. 70 del 17 marzo 2020), coordinato con la legge di conversione 24 aprile 2020, n. 27 , recante: «Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Proroga dei termini per l'adozione di decreti legislativi.». (GU n.110 del 29-4-2020 - Suppl. Ordinario n. 16) Vigente al: 29-4-2020

Stampa Email

decreto cura italia - analisi a prima lettura delle misure di più diretto interesse per gli avvocati e per i Consigli dell’ordine forense

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 è già in vigore e reca “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. La presente scheda reca un’analisi a prima lettura delle misure di più diretto interesse per gli avvocati e per i Consigli dell’ordine forense.

Stampa Email

Decreto mille proroghe convertito in Legge n. 8/2020 - Modifiche alla Legge 247/2012

iscrizione all'albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori è possibile fino al 2.2.2021 per coloro che maturino i requisiti secondo la previgente normativa. All'articolo 22, comma 4, della legge 31 dicembre 2012, n. 247, la parola: "sette" e' sostituita dalla seguente: "otto". LEGGE 28 febbraio 2020, n. 8 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonche' di innovazione tecnologica. (20G00021) (GU n.51 del 29-2-2020 - Suppl. Ordinario n. 10)

Stampa Email

Avvocati - Il CNF annulla la proclamazione alla carica di Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma dell’Avv. P. D. T.

Il Consiglio nazionale forense, visti gli artt. 36 L. n. 247/2012; 3, comma 3 della legge 12 luglio 2017, n. 113 e 11 quinquies del Decreto Legge 14 dicembre 2018, n. 135 (come inserito dalla legge di conversione 13 febbraio 2019, n.12), accerta e dichiara l’ineleggibilità dell’Avv. P. D. T. e ne annulla la proclamazione alla carica di Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma.  Consiglio Nazionale Forense, Decisione n. 10 del 18.1. 2020 – Dovrebbe subentrare l’avv. Massimiliano Cesali, primo dei non eletti.

Stampa Email

avvocato elezioni dei consigli degli ordini forensi

avvocato elezioni dei consigli degli ordini forensi - art. 3 comma 3, l. n. 113 del 2017 - ineleggibilità degli avvocati che abbiano già espletato due mandati consecutivi - mandati in parte espletati prima del 21 luglio 2017 - rilevanza. - corte di cassazione sentenza n. 32781 del 19/12/2018

Stampa Email

Roma - risultati Elezioni Delegati al congresso. Il Vaglismo è finito?. Stravince la lista Galletti con i Consiglieri Cassiani, Scialla, Mazzoni, Bolognesi e Agnino ed altri 31 delegati

Roma risultati Elezioni Delegati al congresso. Il Vaglismo è finito?. Stravince la lista Galletti con i Consiglieri Cassiani, Scialla, Mazzoni, Bolognesi e Agnino ed altri 31 delegati In totale 37. Alla lista Vaglio, Agifor, Movimento Forense, Anai, Nicodemi e Avvocati uniti i 18 delegati di minoranza.

Noi siamo in attesa della sentenza del C.N.F. sul reclamo elettorale proposto nel lontano ottobre 2017. Si vocifera già depositata dal relatore da diversi giorni.

Stampa Email

Avvocati - i parametri 2018 D.M. 17/2018 g.u. del 26.4.2018

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 8 marzo 2018, n. 37 - Regolamento recante modifiche al decreto 10 marzo 2014, n. 55, concernente la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell'articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247.  (GU n.96 del 26-4-2018) Vigente al: 27-4-2018

Stampa Email

crediti per spese giudiziali dell’avvocato - Controversie ex art. 28 l. n. 794 del 1942 e 14 del d.lgs. n. 150 del 2011 - Riti applicabili e competenza. Corte di Cassazione S.U. Sentenza n. 4485 del 23/02/2018

Le Sez. U su questioni di massima di particolare importanza, concernenti i crediti per spese giudiziali dell’avvocato, hanno affermato che: è esclusa la possibilità di introdurre l'azione sia con il rito di cognizione ordinaria e sia con quello del procedimento sommario ordinario codicistico, di cui agli artt. 702 bis e segg. c.p.c.; la controversia di cui all'art. 28 della l. n. 794 del 1942, sia se introdotta ai sensi dell'art. 702 bis c.p.c., sia in via monitoria, ha ad oggetto la domanda di condanna del cliente al pagamento delle spettanze giudiziali dell'avvocato, tanto se prima della lite vi sia una contestazione sull'an debeatur quanto se non vi sia; una volta introdotta, essa resta soggetta al rito di cui all'art. 14 del d.lgs. n. 150 del 2011, anche quando il cliente sollevi contestazioni riguardo all'an; soltanto qualora il convenuto svolga una difesa che si articoli in via riconvenzionale o di compensazione o di accertamento pregiudiziale, l'introduzione di una domanda ulteriore e la sua esorbitanza dal rito di cui all'art. 14 comporta − sempre che non si ponga anche un problema di connessione ai sensi degli artt. 34, 35 e 36 c.p.c., e, se è stata adita la corte di appello, il problema della soggezione della domanda del cliente alla competenza di un giudice di primo grado, che ne impone la rimessione ad esso − che si debba dar corso alla trattazione di detta domanda con il rito sommario.

Stampa Email

18.1.2018 Reclamo elettorale - Discussione al C.N.F. - Il Procuratore Generale della Corte di Cassazione ha concluso per l’accoglimento del reclamo per tre motivi dei quattro proposti

Roma 18 gennaio 2018. Discusso al Consiglio Nazionale Forense il reclamo elettorale proposto dall'avvocato Domenico Condello avverso la proclamazione degli eletti del Consiglio dell'Ordine di Roma. Il Procuratore Generale della Corte di Cassazione, dopo una puntale e motivata relazione, ha concluso per l’accoglimento del reclamo per tre motivi dei quattro proposti, rimettendo la valutazione al c.n.f. per le questioni in rito. I motivi del reclamo.

Stampa Email

la ricerca da parte del creditore con modalità telematiche di beni ai fini del pignoramento mobiliare o presso terzi - Come accedere alle banche dati

Le Linee Guida del Tribunale di Rimini in materia di istanze ex art. 492 bis c.p.c. -155 quinquies disp. att. c.p.c. In attesa della operatività dell’accesso alle banche dati da parte dell’ufficiale giudiziario ex art. 492 bis c.p.c  (dal sito web del Tribunale di Rimini) - l'aggiornamento e le istruzioni dell'agenzia delle entrate della Regione Emilia Romagna

Stampa Email

Avvocati - in arrivo i nuovi parametri - Parere del Consiglio di Stato

Schema di decreto del Ministro della giustizia recante “modifiche al decreto del Ministro della giustizia 10 marzo 2014, n. 55, concernente la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell’articolo 13, comma 6 della legge 31 dicembre 2012, n. 247”. Consiglio di Stato Parere numero 02703/2017 e data 27/12/2017

Stampa Email

Avvocato specialista - il regolamento ministeriale bocciato dal Tar Lazio e dal Consiglio di Stato ritorna al Ministro della Giustizia Consiglio di Stato Sentenza n. 05575 del 28/11/2017

La censura concernente il numero massimo di specializzazioni conseguibili è fondata non in sé, in quanto può essere opportuno frenare una “corsa alla specializzazione” che rischierebbe di svilire il valore della specializzazione stessa e di andare contro l’interesse del cliente-consumatore, ma alla luce della acclarata irragionevolezza della suddivisione relativa che individua ambiti con termini e settori affini, tanto da far apparire egualmente irragionevole la limitazione impugnata. E’ evidente che rivisitazione dell’elenco e individuazione di un limite ragionevole e congruo dovranno andare di pari passo. Consiglio di Stato Sentenza n. 05575 del 28/11/2017

Stampa Email

Avvocati: Osservatorio forense

(DECISIONI, PARERI, CIRCOLARI,. .C.N.F. )

Difensore d'ufficio - Art. 116 del d.P.R. n. 115 del 2002 – Corte di Cassazione, Sez. 2 - , Sentenza n. 8359 del 29/04/2020 (Rv. 657594 - 01)

Liquidazione dell'onorario -Condizioni - Previa dimostrazione dell'esperimento di un vano e non pretestuoso tentativo di recupero - Necessità - Impossidenza dell'assistito - Prova - Esclusione - Ragioni - Fattispecie.

Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura

Coronavirus, CNF: "Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura”

..... segue tutte le massime del Consiglio Nazionale Forense in archivio Foroeuropeo

..

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati