• Giurisprudenza
  • Esami avvocato: le dimissioni del commissario sono immediatamente efficaci (quale dies a quo per l’ineleggibilità al COA)

Esami avvocato: le dimissioni del commissario sono immediatamente efficaci (quale dies a quo per l’ineleggibilità al COA)

Esami avvocato: le dimissioni del commissario sono immediatamente efficaci (quale dies a quo per l’ineleggibilità al COA) - Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 73 del 17 settembre 2019

Le dimissioni dalla carica di componente della commissione per gli esami di avvocato non hanno natura recettizia e non necessitano di accettazione né di nomina del sostituto ai fini della loro validità, sicché sono immediatamente efficaci quale dies a quo per l’ineleggibilità prevista dall’art. 47 L. n. 247/2012, che – mutando la precedente disciplina (art. 22, co. 6, RDL n. 1578/1933)- dispone: “gli avvocati componenti della commissione non possono essere eletti quali componenti del consiglio dell’ordine, di un consiglio distrettuale di disciplina, del consiglio di amministrazione o del comitato dei delegati della Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense e del CNF nelle elezioni immediatamente successive alla data di cessazione dell’incarico ricoperto” (Nel caso di specie, il componente della commissione per gli esami di avvocato: il 4 gennaio, aveva rassegnato le dimissioni dalla predetta carica, contestualmente presentando la candidatura per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine; il 21 gennaio, aveva quindi partecipato alle elezioni forensi; il 15 febbraio, in attesa di un riscontro dal Ministero, aveva comunque partecipato alla riunione della commissione di esami convocata per fare il punto sulla fase iniziale delle operazioni di correzione degli elaborati scritti. In applicazione del principio di cui in massima, il CNF ha accolto il reclamo, trattandosi di elezioni non contestuali all’attività di commissario d’esami, bensì già “immediatamente successive alla data di cessazione dell’incarico”).

Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 73 del 17 settembre 2019

Riferimenti normativi: l_247_2012_47

Stampa Email

Avvocati: Osservatorio forense

(DECISIONI, PARERI, CIRCOLARI,. .C.N.F. )

Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura

Coronavirus, CNF: "Sanzioni ad avvocati che speculano sul dolore" “Forte condanna per iscritti che violano principi etici dell’avvocatura”

Avvocati - delibera C.N.F. riduzione obblighi formativi - Tirocinio forense richiesta deroga al Ministro della Giustizia rilascio certificato di compiuto tirocinio

Avvocati: Obblighi formativi anno 2020 ridotti a cinque  - Praticanti Avvocati : Tirocinio forense, semestre dal 1° gennaio al 30 giugno 2020, richiesta al Ministro della Giustizia, in deroga al disposto dei cui all'articolo 8 comma 4 del DM 17 marzo 2016 n. 70, di consentire il rilascio del certificato di compiuto tirocinio anche qualora il tirocinante non abbia assistito a venti udienze nel semestre dal 1° gennaio al 30 giugno 2020 - Delibera del C.N.F. del 20 Marzo 2020

..... segue tutte le massime del Consiglio Nazionale Forense in archivio Foroeuropeo

..

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Articoli collegati

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati