• Giurisprudenza
  • Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11

Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11

Rapporti con la parte assistita –Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11

Diritto al pagamento del compenso professionale – Esercizio – Modalità.

Ancorché l’avvocato abbia il legittimo diritto di ottenere il pagamento delle proprie spettanze professionali, al professionista non spetta alcun diritto di ritenzione su somme o cose di spettanza, anche parziale, del cliente. Il diritto al pagamento del corrispettivo, peraltro, non può essere esercitato con modalità tali da cagionare un ingiusto danno al cliente, recare disdoro alla categoria professionale ed indurre il convincimento nell’opinione pubblica che l’avvocato abbia un personale interesse nella controversia che prevarichi quello contrapposto dell’assistito. (Rigetta il ricorso avverso decisione C.d.O. di Vicenza, 4 marzo 2009)

Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 16 marzo 2010, n. 11

Stampa Email

eBook - manuali

puntorIl procedimento di revoca giudiziale dell’amministratore del condominio

chi siamo        contatti            collabora con noi                        pubblicità note legali -                          hanno collaborato           privacy - informativa trattamento dati
FOROEUROPEO - Settimanale di informazione giuridica - Rivista Specialistica Ordine Giornalisti Lazio - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Direttore Editoriale avv. Domenico Condello
Foroeuropeo S.r.l. - Via Cardinal de Luca 1 - 00196 Roma - C.F.- P.I . 13989971000 - Reg. Imprese Roma - Copyright © 2001 - tutti i diritti riservati