brochure pubblicitarie Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 203

Informazione professionale: vietato recapitare brochure pubblicitarie al domicilio dei destinatari potenziali clienti

La pubblicità informativa deve essere svolta con modalità che non siano lesive della dignità e del decoro propri di ogni pubblica manifestazione dell’avvocato ed in particolare di quelle manifestazioni dirette alla clientela reale o potenziale
(Nel caso di specie, il professionista aveva pubblicizzato il proprio studio con offerta di prestazioni professionali, mediante volantini distribuiti in un condominio composto da circa cento unità).
Consiglio Nazionale Forense, sentenza del 1° dicembre 2017, n. 203

Stampa