Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - attività fallimentari - amministrazione - Corte Cassazione, Sez. 1 , Sentenza n. 17835 del 03/07/2019 (Rv. 654541 - 01)

Print Friendly, PDF & Email

Fallimento - "Derelictio" dei beni ex art. 104 ter l. fall. - Provvedimento emesso dal tribunale in sede di reclamo ex art. 26 l. fall. avverso il provvedimento autorizzativo del giudice delegato - Ricorso straordinario per cassazione - Inammissibilità - Fondamento.

Il decreto con il quale il tribunale si pronuncia sul reclamo ex art. 26 l. fall. contro il provvedimento, emesso dal giudice delegato in sostituzione del comitato dei creditori, di autorizzazione del curatore alla rinuncia alla liquidazione di uno o più beni dell'attivo fallimentare, ai sensi dell'art. 104 ter, comma 8, l. fall., non è impugnabile con ricorso straordinario per cassazione, ai sensi dell'art. 111, comma 7, Cost., avendo esso natura ordinatoria e non decisoria, in quanto volto a regolare l'esercizio di poteri gestori del curatore senza incidere su diritti soggettivi del fallito, ed essendo privo del requisito della definitività, in quanto la scelta gestoria compiuta è sempre suscettibile di modificazione, salva l'eventuale maturazione "medio tempore” di incompatibili diritti di terzi.

Corte Cassazione, Sez. 1 , Sentenza n. 17835 del 03/07/2019 (Rv. 654541 - 01)

Riferimenti normativi: Dlgs_14_2019_art_213, Dlgs_14_2019_art_124

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile