Fallimento ed altre procedure concorsuali - fallimento - passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - ammissione al passivo - dichiarazioni tardive - Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17416 del 13/07/2017

Print Friendly, PDF & Email

Domanda cd. supertardiva - Ammissibilità - Condizioni - Non imputabilità del ritardo al creditore - Mera irregolarità nella comunicazione del curatore al creditore ex art. 92 l.fall. - Ricezione dell’atto da parte del creditore - Persistente imputabilità del ritardo al creditore - Sussistenza.

In tema di ammissione dei crediti al passivo fallimentare, ai fini dell'ammissibilità della domanda cd. supertardiva, l'ultimo comma dell'art. 101 l.fall. richiede la prova della non imputabilità del ritardo al creditore, circostanza che non può ritenersi integrata dalla mera irregolarità della comunicazione a lui effettuata dal curatore ai sensi dell'art. 92 l.fall. (nella specie trasmessa alla direzione generale anziché alla sede legale della società creditrice), quando l'atto sia comunque pervenuto nella sfera di conoscenza del destinatario.

Corte di Cassazione Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 17416 del 13/07/2017

 

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile