fallimento - passività fallimentari (accertamento del passivo) Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 1513 del 24/01/2014

Print Friendly, PDF & Email

ammissione al passivo Concordato preventivo con cessione di beni - Credito del proprietario di locali occupati "sine titulo" da beni ceduti dal debitore ai creditori - Credito sorto "in occasione" della procedura concordataria - Prededucibilità x art. 111, secondo comma, legge fall. - Fondamento.

Il credito del proprietario di locali occupati "sine titulo" da beni ceduti dal debitore ai creditori nell'ambito di una procedura di concordato preventivo con cessione dei beni è un credito prededucibile ai sensi dell'art. 111, secondo comma, legge fall. (nel testo modificato dal d.lgs. 12 settembre 2007, n. 169), in quanto sorto «in occasione» della procedura. Invero, tale credito si caratterizza, da un lato, per l'elemento cronologico, essendo sorto in quanto i beni, a suo tempo collocati nei locali, sono stati ivi mantenuti dal liquidatore giudiziale anche a seguito dell'apertura della procedura concordataria; e, dall'altro, per un (implicito) elemento soggettivo, consistente nella sua riferibilità agli organi della procedura (il liquidatore, che avrebbe dovuto procedere alla loro liquidazione).

Corte di Cassazione Sez. 1, Sentenza n. 1513 del 24/01/2014

Accedi

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Menu Offcanvas Mobile