foroeuropeo.it

manuali giuridici multimediali c.p.c.

Print Friendly, PDF & Email
  • ↓↑ I MANUALI GIURIDICI MULTIMEDIALI - ELEMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE↓↑

    I MANUALI GIURIDICI MULTIMEDIALI
    della Scuola Forense Foroeuropeo

    opera diretta dall’Avv. Domenico Condello

    Video Lezioni, audio lezioni, diapositive, sommari, note, domande e risposte per la preparazione ai concorsi pubblici, agli esami universitari e agli esami di abilitazione professionale. 

     

    ELEMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE

    14 percorsi formativi sviluppati in 56 video/audio lezioni con diapositive/sommari e domande e risposte.

     Hanno collaborato:
        Centro studi foroeuropeo
        Giuseppina Fanelli - Avvocato del Foro di Roma - Dottore di ricerca 
        Alessio Bonafine - Avvocato del Foro di Roma - Ricercatrice
        Paola Lecci - Avvocato del Foro di Lecce  - Dottore di Ricerca

    FOROEUROPEO EDITORE

  • ↓↑ Contenuto ↓↑

    I PERCORSI FORMATIVI

    Percorso 1 - PRINCIPI E DISPOSIZIONI GENERAL

    quaderno con indice, sommario per note e domande e risposte ( pag. ??)

    1.1 Le fonti del diritto processuale civile e l’attività giurisdizionale (Videolezione con diapositive durata ..)

    1.2 Il giudice e l’ufficio giudiziario (Videolezione con diapositive durata ..)

    1.3 I principi costituzionali sul processo civile (Videolezione con diapositive durata ..)

    1.4 Le varie forme di tutela ed i presupposti processuali (Videolezione con diapositive durata ..)

    Percorso  2

    2.1 La giurisdizione

    2.2 Competenza

    2.3 Le garanzie dell'imparzialità e la responsabilità civile del magistrato

    2.4 Il Pubblico Ministero e gli ausiliari del Giudice

    Percorso 3. LE PARTI, I DIFENSORI ED I CONSULENTI DI PARTE

    3.1 Le parti, i difensori ed i consulenti di parte

    3.2 1 doveri delle parti e dei difensori. La responsabilità per le spese ed i danni processuali

    3.3 La pluralità di parti (litisconsorzio e intervento)

    PERCORSO 4 – GLI ATTI PROCESSUALI

    4.1 Gli atti processuali in generale

    4.2 I provvedimenti

    4.3 Le comunicazioni e le notificazioni

    4.4 La nullità degli atti processuali

    PERCORSO 5 – IL PROCESSO DI COGNIZIONE - prima parte

    5.1 La fase introduttiva

    5.2 La trattazione

    5.3 La fase istruttoria in senso stretto

    5.4 I mezzi di prova

    PERCORSO 5 – IL PROCESSO DI COGNIZIONE - prima parte

    5.1 La fase introduttiva

    5.2 La trattazione

    5.3 La fase istruttoria in senso stretto

    5.4 I mezzi di prova                       

    PERCORSO 6 – IL PROCESSO DI COGNIZIONE - seconda parte

    6.1 La fase decisoria

    6.2 Sentenze non definitive

    6.3 Il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica

    6.4 Le vicende anormali del processo                       

    PERCORSO 7 – LE IMPUGNAZIONI

    7.1. Le regole generali sulle impugnazioni

    7.2. L’appello

    7.3 ricorso per cassazione

    7.4 revocazione e opposizione di terzo           

    PERCORSO 8 – IL PROCESSO DI ESECUZIONE

    8.1 Caratteri generali del processo di esecuzione

    8.2 Esecuzione diretta e indiretta

    8.3 Il titolo esecutivo ed il precetto

  • ↓↑ COME UTILIZZARE IL MANUALE - PROVA GRATUITA↓↑

    Come utilizzare il manuale:

    -guarda la videolezione più volte

    -prendi appunti sul quaderno predisposto con i sommari degli argomenti trattati dal Docente.

    -interrompi la videolezione per integrare le informazioni leggendo gli articoli del codice richiamati.

    -leggi con attenzione, dopo aver seguito più volte la videolezione anche le domande e risposte tipo che trovi sul quaderno. Si tratta di domande formulate agli esami orali universitari, ai concorsi pubblici e agli esami di abilitazione professionali.

    Questa impostazione didattica facilita e velocizza lo studio perché utilizza un linguaggio chiaro sviluppato su un’esposizione del docente sintetica ma esaustiva degli argomenti perchè integrata con le informazioni acquisite dagli articoli del codice di riferimento e dalle risposte alle domande tipo che vengono fatte nei vari concorsi.

    PROVA: PERCORSO 1 - PRINCIPI E DISPOSIZIONI GENERALI

    A- SCARICA E STAMPA IL QUADERNO DI RIFERIMENTO: 1.2   Il giudice e l’ufficio giudiziario - 1.2.1 Il tribunale ordinario - 1.2.2 La Corte d’appello - 1.2.3 La Corte di Cassazione - 1.2.4  La magistratura onoraria -

    B-IL LINK DI COLLEGAMENTO AL CODICE DI PROCEDURA CIVILE

     

    C-LA VIDEO-LEZIONE

    .......

  • ↓↑ ISCRIZIONE - COSTI ↓↑

    Costi

    L'acquisto del manuale consente di accedere alla documentazione e alle videolezioni per 90 giorni.

    Il manuale è una opera editoriale tutelata dalla normativa sul diritto di autore e, pertanto l'acquirense si impegna a .....

    il Costo è di € 90 Iva compresa

    Offerta lancio sconto 35% - € 60 Iva compresa. 

  • ↓↑ Indice sistematico argomenti ↓↑

    ELEMENTI DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE
    14 percorsi formativi sviluppati in 54 video/audio lezioni con diapositive/sommari e domande e risposte. 

    INDICE SISTEMATICO

    PERCORSO 1 - PRINCIPI E DISPOSIZIONI GENERALI

    1.1 Le fonti del diritto processuale civile e l’attività giurisdizionale - 1.1.1 La pluralità delle fonti - 1.1.2 L’attività giurisdizionale - 1.1.3 Art. 101 Cost. e art. 1 c.p.c. - 1.2   Il giudice e l’ufficio giudiziario - 1.2.1 Il tribunale ordinario - 1.2.2 La Corte d’appello - 1.2.3 La Corte di Cassazione - 1.2.4  La magistratura onoraria - 1.3  I principi costituzionali sul processo civile - 1.3.1Art. 24 Cost. (Diritto di azione e di difesa) - 1.3.2 Art. 25 Cost. (Il Giudice naturale precostituito per legge) - 1.3.3 Art. 102 Cost. - 1.3.4 Art. 102, co II (Divieto di istituire nuovi giudici speciali o straordinari) - 1.3.5 Sezioni specializzate - 1.3.6 Art. 103 Cost. (I giudici speciali) - 1.3.7 Art. 106 Cost. - 1.3.8 Art. 111 Cost. (Il giusto processo regolato dalla legge) - 1.3.9 Art. 111 Cost. - 1.4 Le varie forme di tutela ed i presupposti processuali - 1.4.1 Le condizioni dell’azione - 1.4.2 Le varie forme di tutela 

    PERCORSO 2 – LA GIURISDIZIONE, LA COMPETENZA E LE GARANZIE DI IMPARZIALITÀ DEL GIUDICE

    2.1  La giurisdizione - 2.1.1 Limiti della giurisdizione - 2.1.2 Perpetuatio iurisdictionis - 2.1.3 L’eccezione di carenza di giurisdizione - 2.1.4 Regolamento di giurisdizione - 2.1.5 Translatio judicii - 2.1.6 Regolamento di giurisdizione: art. 41 c.p.c. - 2.2  La competenza - 2.2.1 La competenza per materia e valore - 2.2.2 La competenza per territorio - 2.2.3 La deroga pattizia alla competenza - 2.2.4 L’eccezione di incompetenza (art. 38 c.p.c.) - 2.3      Le garanzie dell'imparzialità e la responsabilità civile del magistrato - 2.3.1 La Responsabilità civile del magistrato - 2.3.2 L. n. 18/2015 (di modifica della Legge Vassalli) - 2.3.3 L’art. 2 Legge Vassalli - 2.3.4 La nozione di «colpa grave» - 2.3.5 La «violazione manifesta»… - 2.3.6 Il «diniego di giustizia» (art. 3) - 2.4  Il pubblico Ministero e gli ausiliari del giudice - 2.4.1 Poteri del P.M. (art. 72 c.p.c.) - 2.4.2 Astensione e ricusazione? 

    PERCORSO 3 – LE PARTI E I DIFENSORI

    3.1      Le parti, i difensori ed i consulenti di parte - 3.1.1 La rappresentanza legale processuale - 3.1.2 Assistenza e Autorizzazione - 3.1.3 Rappresentanza organica - 3.1.4 Rappresentanza volontaria - 3.1.5 Curatore speciale - 3.2  I doveri delle parti e dei difensori. La responsabilità per le spese ed i danni processuali - 3.2.1 La rappresentanza tecnica - 3.2.2 Difensore: poteri e doveri - 3.2.3 La procura al difensore - 3.2.4 Condanna alle spese - 3.2.5 La condanna per singoli atti e compensazione - 3.2.6 Responsabilità per danni - 3.2.7 Art. 96, co. III, c.p.c - 3.3  La pluralità di parti (Litisconsorzio e intervento) - 3.3.1 Litisconsorzio necessario - 3.3.2 Litisconsorzio facoltativo - 3.3.3 Intervento volontario - 3.3.4 Intervento su istanza di parte (o chiamata in causa) - 3.3.5 Intervento per ordine del giudice (o iussu iudicis) - 3.4  Le vicende relative alle parti (estromissione e successione) - 3.4.1 Art. 110 – Successione a titolo universale - 3.4.2 Art. 111 – Successione a titolo particolare nel diritto controverso - 3.4.3 Legittimazione straordinaria e sostituzione processuale - 3.4.4 Estromissione 

    PERCORSO 4 – GLI ATTI PROCESSUALI

    4.1      Atti e provvedimenti - 4.1.1 Il principio di libertà delle forme - 4.1.2 Chiarezza e intelligibilità degli atti - 4.1.3 Chiarezza e sinteticità degli atti processuali - 4.1.4 Gli Atti di parte - 4.1.5 Il processo verbale - 4.2  I provvedimenti - 4.2.1 La sentenza - 4.2.2 La motivazione della sentenza - 4.2.3 Pubblicazione e comunicazione della sentenza - 4.2.4 Comunicazione del testo integrale - 4.2.5 L’ordinanza - 4.2.6 Il decreto - 4.3      Le comunicazioni e le notificazioni - 4.3.1 Le trasmissioni rese telematiche - 4.3.2 Art. 16, comma 6, d.l. n. 179/2012 - 4.3.3 Le notificazioni - 4.3.4 Notificazione a mezzo posta elettronica - 4.3.5 Notificazione in mani proprie - 4.3.6 Notificazione nella residenza, nella dimora o nel domicilio - 4.3.7 Irreperibilità o rifiuto di ricevere la copia - 4.3.8 Notificazione alle persone giuridiche - 4.3.9 Relazione di notificazione - 4.3.10 Tempo delle notificazioni - 4.3.11 La scissione temporale degli effetti della notifica - 4.3.12 Il sistema della p.e.c. (d.p.r. n. 68/2005) - 4.3.13 … le ricevute di accettazione e consegna - 4.3.14 Notifiche degli avvocati - 4.3.15 Notificazioni e comunicazioni nel corso del procedimento - 4.4    La nullità degli atti processuali - 4.4.1 Le nullità e le ipotesi di sanatoria - 4.4.2 Art. 157 c.p.c. - 4.4.3 Art. 159 c.p.c. - 4.4.4 La nullità della sentenza 

    PERCORSO 5 – IL PROCESSO DI COGNIZIONE

    5.1    La fase introduttiva - 5.1.1 Domanda giudiziale. Le forme - 5.1.2 Vocatio in ius - 5.1.3 Editio actionis - 5.1.4 Effetti domanda giudiziale - 5.1.5 Le difese del convenuto - 5.1.6 Costituzione delle parti - 5.1.7 Designazione del giudice istruttore - 5.1.8 La data dell’udienza - 5.2    La trattazione - 5.2.1 La verifica sui presupposti processuali - 5.2.2 La conciliazione giudiziale - 5.2.3 Le questioni rilevate d’ufficio - 5.2.4 La trattazione e la definizione del thema decidendum - 5.2.5 La trattazione della causa - 5.3    La fase istruttoria in senso stretto: regole generali - 5.3.1 Tempo, luogo e modo dell’assunzione - 5.3.2 Le regole dell’istruzione probatoria - 5.3.3 Chiusura dell’istruzione - 5.3.4 I fatti da provare - 5.4    I mezzi di prova - 5.4.1 Riferimenti normativi - 5.4.2 Prova documentale - 5.4.3 Atto pubblico - 5.4.4 Querela di falso - 5.4.5 Scrittura privata - 5.4.6 Disconoscimento e verificazione - 5.4.7 I mezzi di prova costituenda - 5.4.8 Confessione - 5.4.9 Giuramento - 5.4.10 Prova testimoniale 

    PERCORSO 6 – IL PROCESSO DI COGNIZIONE

    6.1    La fase decisoria (collegiale) - 6.1.1 La rimessione al collegio - 6.1.2 La precisazione delle conclusioni - 6.1.3 Il deposito della sentenza - 6.1.4 I casi di composizione collegiale - 6.1.5 La discussione orale - 6.1.6 La camera di consiglio - 6.1.7 La concentrazione della decisione

    6.2    Sentenze non definitive - 6.2.1 La sentenza - 6.2.2 … non definitive - 6.2.3 Riserva d’appello: condizioni e termini - 6.2.4 La sentenza di condanna generica (art. 278) - 6.2.5 La natura giuridica provvisionale - 6.2.6 Vantaggi… - 6.2.7 Vale come titolo esecutivo? - 6.2.8 L‘istanza di parte… - 6.2.9 Il mutamento della domanda - 6.2.10 Le sentenze parziali o parzialmente definitive

    6.3    Il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica - 6.3.1 I poteri del giudice monocratico - 6.3.2 Il rinvio all’art. 484… - 6.3.3 Il passaggio alla fase decisoria - 6.3.4 I modelli di trattazione: la trattazione scritta - 6.3.5 La trattazione mista - 6.3.6 Omessa assegnazione dei termini 190 - 6.3.7 La trattazione orale - 6.3.8 Il funzionamento della trattazione orale - 6.3.9 La pubblicazione della sentenza - 6.3.10 I vantaggi della trattazione orale

    6.4    Le vicende anormali del processo - 6.4.1 Le forme di sospensione - 6.4.2 Sospensione concordata - 6.4.3 Sospensione - 6.4.4 Sospensione necessaria - 6.4.5 Condizioni sospensione ex art. 295 - 6.4.6 Pregiudizialità penale - 6.4.7 Art. 75, co. 3, c.p.p. - 6.4.8 Interruzione - 6.4.9 Eventi interruttivi - 6.4.10 Eventi che colpiscono il difensore - 6.4.11 Disciplina eventi interruttivi in base al momento di loro verificazione - 6.4.12 …dopo la costituzione - 6.4.13 … il contumace - 6.4.14 Prosecuzione e riassunzione - 6.4.15 La notifica collettiva e impersonale - 6.4.16 La mancata comparizione all’udienza - 6.4.17 Mancata prosecuzione o riassunzione - 6.4.18 Estinzione - 6.4.19 …per rinuncia agli atti - 6.4.20 Rinuncia agli atti e all’azione: differenze - 6.4.21 L’interesse alla prosecuzione - 6.4.22 L’inattività delle parti - 6.4.23 Conseguenze inattività - 6.4.24 Effetti dell’estinzione (art. 310 c.p.c.)

    PERCORSO 7 – LE IMPUGNAZIONI

    7.1 Norme generali in tema di impugnazione – 7.1.1 I mezzi di impugnazione – 7.1.2 Classificazione dei mezzi di impugnazione – 7.1.3 Impugnazioni ordinarie/straordinarie – 7.1.4 Termini per proporre impugnazione – 7.1.5 Condizioni per la proposizione dell’impugnazione – 7.1.6 Impugnazione in cause scindibili – 7.1.7 Impugnazioni incidentali – 7.1.8 Effetti della riforma della sentenza – 7.1.9L’estinzione dei giudizi di impugnazione. 7.2 L'appello ed il regolamento di competenza – 7.2.1 Sentenze appellabili – 7.2.2 Appello sentenze non definitive – 7.2.3 Forma dell’appello – 7.2.4 L’appello incidentale – 7.2.5 I nova in appello – 7.2.6 Improcedibilità dell’appello – 7.2.7 Inammissibilità dell’appello – 7.2.8 Decisione. 7.3 Il ricorso per cassazione – 7.3.1 Sommario – 7.3.2 Le sentenze ricorribili per cassazione – 7.3.3 Motivi di ricorso ex art. 360 – 7.3.4 Ricorso per saltum – 7.3.5 Ricorso per cassazione delle sentenze non definitive – 7.3.6 Gli atti contenenti le difese – 7.3.7 Inammissibilità del ricorso (art. 360 bis c.p.c.) – 7.3.8 Il contenuto del ricorso – 7.3.9 Il deposito del ricorso – 7.3.10 Le notificazioni presso la cancelleria – 7.3.11 Controricorso – 7.3.12 Ricorso incidentale – 7.3.13 La decisione – 7.3.14 Decisione sulla giurisdizione e sulla competenza – 7.3.15 Cassazione con rinvio art. 383 c.p.c. 7.4 La revocazione e l'opposizione di terzo – 7.4.1 Natura della revocazione – 7.4.2 Provvedimenti impugnabili – 7.4.3 Motivi di revocazione ordinaria (nn. 4 e 5 dell’art. 395 c.p.c.) – 7.4.4 Tipologie di errori – 7.4.5 Motivi di revocazione straordinaria (vizi occulti) – 7.4.6 Proposizione della revocazione – 7.4.7 Concorso tra revocazione e ricorso per cassazione – 7.4.8 La decisione – 7.4.9 Impugnazione della sentenza di revocazione – 7.4.10 Opposizione di terzo ordinaria – 7.4.11 Art. 404 comma 1 – 7.4.12 Opposizione di terzo revocatoria – 7.4.13 Forma dell’opposizione. 7.4 La revocazione e l'opposizione di terzo 

    PERCORSO 8 – IL PROCESSO DI ESECUZIONE

    8.1 Caratteri generali del processo di esecuzione - 8.1.1 Tutela esecutiva, carattere giurisdizionale e rapporti con la tutela dichiarativa - 8.1.2 Le tutele esecutive - 8.1.3 Esecuzione forzata e tipologie dei diritti tutelati - 8.1.4 Struttura del processo esecutivo - 8.2 Esecuzione diretta e indiretta - 8.2.1 Esecuzione indiretta: caratteri generali - 8.2.2 La figura generale prevista dal c.p.c.: art. 614-bis - 8.2.3 Art. 614-bis: tecnica di tutela - 8.2.4 Art. 614-bis: la determinazione della pena pecuniaria - 8.2.5 Art. 614-bis: quando la misura non può essere pronunciata - 8.3 Il titolo esecutivo ed il precetto - 8.3.1 Titolo esecutivo: in senso sostanziale e documentale - 8.3.2 Art. 474 c.p.c. Il diritto consacrato nel titolo - 8.3.3 Art. 474 c.p.c. Tipi di titolo esecutivo - 8.3.4 Art. 475: La spedizione in forma esecutiva - 8.3.5 Spedizione in forma esecutiva: novità legislative - 8.3.6 Successione dal lato attivo e dal lato passivo - 8.3.7 Il precetto - 8.3.8 I requisiti di forma del precetto - 8.3.9 La notificazione del titolo esecutivo e del precetto - 8.3.10 Termine iniziale e finale in relazione al precetto - 8.4 Il pignoramento .................................

     

    PERCORSO 9 – L’ESPROPRIAZIONE

    9.1 L'espropriazione mobiliare presso il debitore - 9.2 L'espropriazione mobiliare presso terzi - 9.3 L'espropriazione immobiliare - 9.4 L'espropriazione di beni indivisi e l'espropriazione contro il terzo proprietario 

     

    PERCORSO 10 – VARIE FORME DI ESECUZIONE

    10.1 L'esecuzione per consegna o rilascio - 10.1.1 Esecuzione in forma specifica ed espropriazione - 10.1.2 Esecuzione in forma specifica - 10.1.3 Esecuzione forzata per obblighi di dare - 10.1.4 Caratteristiche - 10.1.5 … sulla base di quali titoli esecutivi? - 10.1.6 … in presenza di «validi» titoli del terzo? - 10.1.7 Il procedimento… - 10.1.8 I «ripetuti» accessi… - 10.1.9 I mobili estranei all’esecuzione - 10.1.10 Se sono rinvenuti documenti? - 10.1.11 La richiesta di riconsegna - 10.1.12 Provvedimenti temporanei.

    10.2 L'esecuzione forzata degli obblighi di fare o di non fare - 10.2.1 Obblighi di fare e non fare - 10.2.2 La nozione di «non fare»… - 10.2.3 La fungibilità del fare - 10.2.4 Quali titoli esecutivi? - 10.2.5 Il procedimento… - 10.2.6 I rimedi contro l’ordinanza ex art. 612 - 10.2.7 Difficoltà nell’esecuzione -

    10.3 La misura coercitiva di cui all’art. 614-bis c.p.c. - 10.3.1 Esecuzione indiretta: nozione - 10.3.2 Art. 614-bis c.p.c. -10.3.3 Le modifiche all’art. 614-bis -10.3.4 Art. 114, comma 4, lett. e), c.p.a. -10.3.5 Il quantum… -10.3.6 Limiti applicativi -10.3.7 Caratteristiche -10.3.8 Campo applicativo -10.3.9 Aspetti procedurali -

    PERCORSO 11 – LE OPPOSIZIONI NEL PROCESSO ESECUTIVO

    11.1 Le opposizioni in generale e l’opposizione all’esecuzione – 11.1.1 Le opposizioni esecutive – 11.1.2 Opposizione all’esecuzione – 11.1.3 Opposizione all’esecuzione per mancanza delle condizioni – 11.1.4 Opposizione di merito – 11.1.5 L’opposizione all’esecuzione – 11.1.6 L’opposizione a precetto (esecuzione non iniziata) – 11.1.7 Opposizione a esecuzione iniziata – 11.1.8 Art. 616 cpc. – 11.1.9 Rimedi avverso la sentenza che decide l’opposizione.11.2 L’opposizione agli atti esecutivi – 11.2.1 Differenza tra le opposizioni esecutive – 11.2.2 L’opposizione agli atti esecutivi – 11.2.3 Opposizione per irregolarità formale – 11.2.4 Le irregolarità formali /nullità – 11.2.5 Termine per la proposizione dell’opposizione dell’art. 617 cpc – 11.2.6 Soggetti legittimati – 11.2.7 Regime della nullità – 11.2.8 Opposizione agli atti a esecuzione non iniziata – 11.2.9 Opposizioni a esecuzione iniziata – 11.2.10 Definizione del giudizio. -11.3 L’opposizione del terzo all’esecuzione . . . . 11.4 Sospensione ed estinzione del processo esecutivo . . . .

    PERCORSO 12 – I PROCEDIMENTI SPECIALI

    12.1 procedimenti speciali in generale - 12.1.1 Le tutele sommarie - 12.1.2 Il concetto di sommarietà -12.1.3 Sommarietà di cognizione -12.1.4 Tutele sommarie non cautelari -12.1.5 Provvedimenti sommari autonomi -12.1.6 …autonomi necessari -12.1.7 …autonomi non necessari -12.1.8 Provvedimenti provvisori di merito

    12.2 Il procedimento d'ingiunzione - 12.2.1 Procedimento per decreto ingiuntivo - 12.2.2 Diritti tutelabili -12.2.3 Condizioni… -12.2.4 La prova scritta… -12.2.5 Altre prove scritte -12.2.6 La competenza -12.2.7 La domanda per d.i. -12.2.8 Rigetto della domanda -12.2.9 Accoglimento della domanda -12.2.10 Esecuzione provvisoria (art. 642 c.p.c.) -12.2.11 La notifica -12.2.12 L’opposizione al d.i. -12.2.13 Esecuzione provvisoria in pendenza di opposizione (art. 648 c.p.c.) -12.2.14 Sospensione dell’esecuzione provvisoria (art. 649 c.p.c.) -12.2.15 Opposizione tardiva - 12.2.16 Rigetto o accoglimento dell’opposizione

     

    PERCORSO 13 – I PROCEDIMENTI SPECIALI

    13.1 1 procedimenti cautelari in generale - 13.2 I provvedimenti cautelari - 13.3 I procedimenti possessori - 13.4 Le disposizioni comuni ai procedimenti in camera di consiglio 

     

    PERCORSO 14 – PROCEDIMENTI DIFFERENZIATI E ADR

    14.1 Principi generali in materia di tutela differenziata per le controversie di lavoro -14.2 Il processo del lavoro - 14.3 La mediazione e la negoziazione assistita - 14.4 L'arbitrato


MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA

 

 

Menu Offcanvas Mobile