Avvocati - Accesso ai fondi Ue ai professionisti Laziali. Fondo futuro, bando da 35 milioni per il microcredito

Print Friendly, PDF & Email

Avvocati - Accesso ai fondi Ue ai professionisti Laziali. Fondo futuro, bando da 35 milioni per il microcredito - domande fino al 14 ottobre 2016 - prestiti di importo compreso tra 5.000 e 25.000 euro, da restituire al tasso di interesse dell’1%, con una durata da definire caso per caso e comunque non oltre gli 84 mesi

Importanti novità per i professionisti laziali: a poche settimane dall'approvazione della legge regionale 12/2016, che consente l'accesso ai fondi europei ai titolari di partita IVA, viene presentato a Roma il bando Fondo futuro, che prevede l'erogazione di piccoli finanziamenti a tasso agevolato per chi ha un’idea imprenditoriale ma ha difficoltà di accesso al credito bancario.

Una legge regionale estende l'accesso ai fondi Ue ai professionisti. Proprio a questi ultimi è dedicato Fondo futuro, il bando da 35 milioni per il microcredito

Legge regionale 12/2016: fondi Ue estesi ai professionisti

La Regione fa propria una delle novità incluse nella Legge di stabilità 2016, vale a dire la possibilità per i professionisti di accedere ai fondi strutturali europei della nuova programmazione 2014-2020, grazie all'equiparazione di questi ultimi alle PMI.

Con il via libera della legge regionale n. 12 del 10 agosto 2016 – la cui ratifica è stata pubblicata sul Bollettino regionale dell'8 settembre - contenente “Disposizioni per la semplificazione, la competitività e lo sviluppo della Regione” sono state infatti recepite alcune modifiche ai provvedimenti relativi alla concessione di agevolazioni alle imprese, estendendo i benefici ai lavoratori autonomi titolari di partita IVA.

Si tratta, nello specifico, dell'articolo 15 della legge regionale, che recita: “Nel rispetto di quanto stabilito dalla normativa europea e statale in materia, tutte le disposizioni contenute nelle vigenti leggi regionali che prevedono la concessione di contributi, benefici o utilità comunque denominati, finanziati con risorse regionali e fondi europei e finalizzate allo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese si intendono estese anche ai lavoratori autonomi titolari di partita IVA, anche in associazione tra loro, di cui al libro quinto, titolo III, del Codice civile”.

Soddisfazione è espressa da Confprofessioni Lazio: “La Regione dimostra ancora una volta con i fatti la propria attenzione ai professionisti”, afferma il presidente Andrea Dili. “Il recepimento del principio secondo il quale le risorse regionali ed europee destinate alle micro, piccole e medie imprese sono estese anche ai professionisti rappresenta un importante e decisivo passo verso la valorizzazione delle attività professionali della nostra Regione e una grande occasione di sviluppo, in un contesto generale in cui il comparto professionale mostra segnali di grande sofferenza”.

domande e documentazione link:
http://www.regione.lazio.it/rl_attivitaproduttive/?vw=documentazioneDettaglio&id=35439

 

CODICI ANNOTATI

Un rivoluzionario sistema esperto seleziona le massime della Corte di Cassazione archiviate in Foroeuropeo e le collega all'articolo di riferimento creando un codice annotato e aggiornato con decine di massime. Possono essere attivati filtri di ricerca tra le massime.


puntorCODICE CIVILE

puntovCODICE PROCEDURA CIVILE

puntorCODICE CRISI D'IMPRESA e INSOLVENZA

puntovCODICE DEL CONDOMINIO

Manuali giuridici multimediali - Corsi online preparazione concorsi

copertina parametri 2018

procedura penale

amministrativo

procedura penale

procedura civile

Menu Offcanvas Mobile