In tema di notifica di atti a mezzo posta, l'apposizione, da parte dell'ufficiale giudiziario, sull'atto da notificare, del numero del registro cronologico delle raccomandate (art.3, comma 2, legge n.890 del 1982) non è prescritta a pena di nullità tra le ipotesi sancite dall'art. 160 cod.proc.civ., né l'omessa indicazione rende l'atto inidoneo al raggiungimento dello scopo.

Corte di Cassazione Sez. L, Sentenza n. 15251 del 04/07/2006

 

♦ MASSIME DELLA CORTE DI CASSAZIONE CLASSIFICATE PER MATERIA: