ingegneria della conoscenza giuridica applicata al diritto penale di Carmelo Asaro

Stampa
Print Friendly, PDF & Email
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

un libro da leggere: INGEGNERIA DELLA CONOSCENZA GIURIDICA APPLICATA AL DIRITTO PENALE di Carmelo Asaro- Prefazione di Giuseppe Corasaniti - ARACNE eur o 10, 00

La trattazione muove dalla considerazione che il diritto non pone regole soltanto ai consociati, facendo loro obbligo di conformarvisi, ma disciplina rigorosamente anche se stesso, il suo modo di costituirsi, le gerarchie delle norme, l’ambito della loro applicabilità, i termini di validità ed efficacia degli atti e delle procedure, e via dicendo.

La riflessione dell’autore, che raccoglie i risultati di oltre un quindicennio di attività informatica applicata al diritto, ha
essenzialmente ad oggetto la rappresentazione di queste regole, delle loro reciproche relazioni, delle conoscenze (i saperi, come egli li definisce) che vi sono implicate. Si scopre così, attraverso la lettura del testo, che le informazioni sottese alle regole giuridiche sono organizzate secondo una tassonomia, che può essere rappresentata attraverso sistemi esperti, qual è il sistema Daedalus ideato e scritto da Asaro. Il loro compito non è, ovviamente, quello di decidere al posto dell’utente (giudice, avvocato, semplice cittadino a vario titolo coinvolto in un processo), bensì quello di indicare percorsi di coerenza, le conseguenze delle scelte effettuate, gli scenari possibili o invece gli sviluppi necessitati che si aprono. Conoscibilità delle procedure e trasparenza delle decisioni, appunto.
L’analisi, condotta con approccio multidisciplinare (linguistico, giuridico, informatico), getta nuova luce sul fenomeno giuridico-sociale del reato, di cui l’autore propone un’originale sistematica, a sua volta modellata e rappresentata
per l’incrocio dinamico delle informazioni, in corrispondenza del loro uso.

Carmelo Asaro, siciliano di origine, vive e lavora a Roma, dove svolge l’attività di giudice della Corte di Appello. È un esperto di sistemi informatici applicati al diritto e attualmente Referente Distrettuale per l’Informatica per la Corte di Appello di Roma. Ha ideato e realizzato l’applicativo Daedalus, sistema di assistenza informatica all’attività del pubblico ministero, ha progettato i flussi del sistema Itaca e ha coordinato l’attività del Gruppo di lavoro istituito dai ministri Brunetta e Alfano per la sperimentazione informatica della PEC. Recentemente ha pubblicato il romanzo Taglio Orizzontale.

ingegneria della conoscenza giuridica applicata al diritto penale di Carmelo Asaro