Ora:307 visitatori e nessun utente online


 

Cerca in Foroeuropeo (Inserisci una o più parole chiave e premi invio)

  • Percorso:
  • Concorsi - Tirocini
  • B.Corso di formazione - Il nuovo processo esecutivo in VideoConferenza di gruppo accreditata dal Consiglio Nazionale Forense

B.Corso di formazione - Il nuovo processo esecutivo in VideoConferenza di gruppo accreditata dal Consiglio Nazionale Forense

B.Corso di formazione - Il nuovo processo esecutivo: Il punto sull’espropriazione presso terzi riformata, Il punto sull’espropriazione immobiliare riformata -Il processo esecutivo telematico - 2 incontri - 6 ore di video - Docenti - Relatori: Dott.ssa Rosaria Giordano e Avv. Domenico Condello -Videoconferenza di gruppo in modalità formazione a distanza accreditata dal C.N.F. trasmessa in diretta negli studi accreditati -  (Quattro crediti formativi - provvedimento di accreditamento del C.N.F. )

Corso

AVVOCATI PER L'EUROPA - FOROEUROPEO

CORSO DI FORMAZIONE

IL NUOVO PROCESSO ESECUTIVO

16.5.2017 h. 14 - 17 - Parte prima
L’espropriazione presso terzi riformata
In Videoconferenza
2 Crediti formativi Consiglio Nazionale Forense

17.5.2017 h. 14 - 17 Parte seconda
L’espropriazione immobiliare riformata
In Videoconferenza
2 Crediti formativi Consiglio Nazionale Forense

Docenti

Dott.ssa Rosaria Giordano.
Magistrato Addetto al Massimario della Corte di Cassazione
Avv. Domenico Condello.
Docente universitario Informatica Giuridica

Programma presso terzi

Obiettivi (espropriazione presso terzi)

Il corso ha l’obiettivo di esaminare l’espropriazione presso terzi (e l’accertamento dell’obbligo del terzo) avendo riguardo alle radicali novità introdotte dapprima con la legge 24 dicembre 2012 n. 228, quindi col decreto legge 12 settembre 2014 n. 132 convertito con modificazioni nella legge 10 novembre 2014 n. 162, ed, infine, con il decreto legge 27 giugno 2015, n. 83, convertito nella legge 6 agosto 2015, n. 132, in tema di ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare, forma del pignoramento di crediti del debitore verso terzi, dichiarazione del terzo e accertamento dell’obbligo del terzo, nonché di limiti di pignorabilità di crediti derivanti da trattamenti stipendiali e pensionistici.

Ogni questione verrà affrontata esaminando le norme del codice di procedura civile nei testi succedutisi nel corso del tempo e le diverse discipline transitorie, nonché le principali interpretazioni proposte dalla dottrina e dalla giurisprudenza di merito.

Il corso è peraltro destinato a fare il punto, non solo sulle novità normative, ma anche sull’impatto di queste ultime sulle questioni già affrontate e risolte dalla giurisprudenza, con approfondimento della giurisprudenza di legittimità.

I partecipanti avranno facoltà di formulare quesiti inerenti ad ogni singola questione oggetto del corso.

Programma (espropriazione presso terzi)

Ricerca con modalità telematica dei crediti da pignorare (art. 492 bis c.p.c., aggiunto dall’art. 19, comma primo, lett. d, del d.l. n. 132/14)
o legittimazione attiva del creditore e poteri di controllo e di autorizzazione del Presidente del Tribunale
o l’accesso alle banche dati
o il pignoramento compiuto dall’ufficiale giudiziario
o la facoltà di scelta del creditore
o l’istanza di assegnazione e la fissazione della relativa udienza
o gli incentivi per la ricerca dei crediti con modalità telematiche e la graduazione nel provvedimento di assegnazione

Contenuto e notifica dell’atto di pignoramento (art. 543 cod. proc. civ., come modificato dalla legge n. 228/2012 e dal d.l. n. 132/14)
o requisiti dell’atto di pignoramento riguardanti il creditore procedente (in particolare, l’indicazione della PEC), il credito per cui si procede ed il credito oggetto di pignoramento (anche ai fini della non contestazione)
o citazione del debitore, invito al terzo e avvertimento sugli effetti della non contestazione
o obblighi di custodia del terzo
o modalità di notifica ed adempimenti successivi

Competenza (art. 26-bis cod. proc. civ., introdotto d.l. n. 132/14)
o competenza generale per l’espropriazione forzata di crediti
o competenza per l’espropriazione forzata di crediti se il debitore è una Pubblica Amministrazione tra quelle indicate dall’art. 413, quinto comma

Dichiarazione del terzo (art. 547 e 548 cod. proc. civ., come modificati dalla legge n. 228/2012 e dal d.l. n. 132/14)
o Forme e termini della dichiarazione del terzo
o Natura ed effetti della dichiarazione del terzo (anche in ordine al momento di perfezionamento del pignoramento e quanto alla possibilità di modificare la stessa in udienza)
o Dichiarazione positiva e provvedimento di assegnazione
o Omessa dichiarazione: procedimento per la produzione dell’effetto della non contestazione
o Regime dell’ordinanza di assegnazione emessa in conseguenza della non contestazione
o Valenza endo-procedimentale della non contestazione e rimedi esperibili da parte del terzo pignorato
o Dichiarazione contestata

Accertamento dell’obbligo del terzo (art. 549 cod. proc. civ., come modificato dalla legge n. 228/2012 e dal d.l. 83 del 2015)
o modalità introduttive
o poteri istruttori del giudice dell’esecuzione
o operatività dell’istituto in ipotesi di mancata dichiarazione del terzo in conseguenza di un pignoramento generico
o l’accertamento incidentale dell’obbligo del terzo nell’ipotesi di crediti litigiosi
o impugnazione ex art. 617 c.p.c. dell’ordinanza di accertamento incidentale dell’obbligo del terzo

Limiti al pignoramento di crediti (art. 545 cod. proc. civ., come modificato dal d.l. n. 83 del 2015)
o Limiti alla pignorabilità dei trattamenti pensionistici
o Limiti alla pignorabilità degli stipendi
o Pignoramento delle giacenze su conto corrente
o Obblighi di custodia del terzo

Il Processo esecutivo telematico

programma immobiliare

Obiettivi (espropriazione immobiliare)

Il corso si pone come obiettivo lo studio delle principali novità introdotte in materia di espropriazione immobiliare dalle plurime riforme che si sono susseguite negli ultimi anni, ossia dal dal decreto legge 12 settembre 2014 n. 132, convertito con modificazioni nella legge 10 novembre 2014 n. 162, dal decreto legge 27 giugno 2015, n. 83, convertito nella legge 6 agosto 2015, n. 83, e, da ultimo, da decreto legge 3 maggio 2016, n. 59.

La ratio delle riforme degli ultimi anni è quella di rendere più celere l’espropriazione immobiliare.

In questa prospettiva devono essere intese novità come l’estinzione del procedimento esecutivo per infruttuosità ed i nuovi meccanismi di incontro “della domanda e dell’offerta” nella vendita forzata.

Il recente decreto n. 59 non smentisce questa prospettiva prevedendo inediti limiti temporali all’esperibilità dell’opposizione all’esecuzione.

Lo stesso decreto n. 59 del 2016 prevede poi fondamentali novità in tema di custodia e di distribuzione del ricavato, ridefinendo, peraltro, anche la figura – sempre più importante – del professionista delegato alle operazioni di vendita.

Ciascuna delle novità introdotte pone solleva non trascurabili problematiche: ogni questione verrà affrontata esaminando le nuove disposizioni avendo riguardo alle principali interpretazioni proposte dalla dottrina, alle prime applicazioni pratiche e prospettando le relative soluzioni.

Il corso è peraltro destinato a fare il punto, non solo sulle novità normative, ma anche sull’impatto di queste ultime sulle questioni correlate già affrontate e risolte dalla giurisprudenza, con approfondimento della giurisprudenza di legittimità.

I partecipanti avranno facoltà di formulare quesiti inerenti ad ogni singola questione oggetto del corso.

Programma (espropriazione immobiliare)

La fase anteriore alla vendita

-La perizia di stima e la figura dell’esperto stimatore

-La pubblicità degli avvisi di vendita: ordinaria sul portale delle vendite telematiche, straordinaria su quotidiani (art. 490 c.p.c., come modificato dal d.l. 83/2015 ed art. 15 d.l. 83/2015)

- Modalità di vendita dei beni pignorati e modifiche del contenuto dell’ordinanza di vendita (d.l. 132/2014 e d.l. 83/2015)

La vendita (e l’assegnazione)
o Presentazione delle offerte e deposito della cauzione
o La gara tra gli offerenti e l’aggiudicazione
o La rateizzazione nel versamento del prezzo
o I ribassi progressivi del prezzo
o Le novità in tema di assegnazione forzata
o L’assegnazione per persona da nominare

Custodia e liberazione dell’immobile pignorato
o Nomina e compiti del custode giudiziario
o Natura, attuazione e regime dell’ordine di liberazione
o La tutela del terzo detentore

Distribuzione del ricavato
o Distribuzione parziale
o Distribuzione in favore dei creditori intervenuti aventi diritto all’accantonamento
o Distribuzione in favore dei creditori il cui credito sia contestato ex art. 512 c.p.c.

Chiusura anticipata dell’esecuzione forzata per infruttuosità (art. 164 bis disp. att. c.p.c.)
o Ratio dell’intervento normativo
o Le vendite antieconomiche nell’assetto antecedente
o Presupposti per la chiusura anticipata dell’espropriazione forzata
o Rimedi esperibili avverso il provvedimento
o Incidenza sul decorso del termine di prescrizione
o Soluzioni per il creditore

La nuova opposizione all’esecuzione
o le modifiche all’art. 615, secondo comma, c.p.c.: l’esperibilità dell’opposizione all’esecuzione sino a quando non è disposta la vendita o l’assegnazione
o la deducibilità degli eventi successivi
o opposizione non proposta per caso fortuito o di forza maggiore
o la rilevabilità d’ufficio della carenza di titolo esecutivo
o i rapporti con le controversie distributive
o l’avvertimento nel pignoramento ex art. 492 c.p.c.

Il processo esecutivo telematico

regolamento C.N.F.

Regolamento per ottenere i crediti formativi

Il "pacchetto aggiornamento annuale studio legale" consente l'accesso per dodici mesi a tutte le videoconferenze di gruppo a distanza trasmesse da ForoEuropeo. Sono previste un minimo due videoconferenze al mese per consentire allo studio accreditato la copertura totale dei crediti annuali previsti dal regolamento C.N.F.

Non c'è il limite del 40 % previsto per l'elearning o lo streaming. (ART. 1.2 Formazione di gruppo e Art. 2.2 nota tecnica sull'accreditamento delle attività di formazione a distanza FAD - Consiglio Nazionale Forense - vedi sito web cnf).

Il regolamento del C.N.F. oltre alla formazione frontale prevede la formazione a distanza - FAD - distinguendo due tipologie:
A-autoformazione; B-formazione di gruppo.

A.PROGRAMMA DI AUTOFORMAZIONE (ART. 1.2 Formazione di gruppo e Art. 2.2 nota tecnica sull'accreditamento delle attività di formazione a distanza FAD - Consiglio Nazionale Forense - vedi sito web cnf).

Processo formativo progettato per consentire al partecipante di apprendere un determinato argomento senza un significativo intervento di un docente, i cui tempi di fruizione sono decisi dal partecipante compatibilmente con la struttura del programma formativo e nel rispetto del termine ultimo per l’esame finale.

I programmi di autoformazione utilizzano test pilota per misurare il tempo medio di completamento, sulla base del quale viene determinato il numero di Crediti Formativi Professionali (CFP) assegnati.

B.PROGRAMMA DI FORMAZIONE DI GRUPPO (ART. 1.2 Formazione di gruppo e Art. 2.2 nota tecnica sull'accreditamento delle attività di formazione a distanza FAD - Consiglio Nazionale Forense - vedi sito web cnf).

Programma di formazione progettato per consentire al partecipante di apprendere un determinato argomento attraverso l’interazione con un docente e con gli altri partecipanti, indipendentemente dal luogo o dalla modalità di svolgimento dell’evento: aula, sala conferenze, utilizzo di Internet.

In questo programma di formazione il relatore/docente si trova in un luogo diverso da quello dove è collocato il gruppo di professionisti ed utilizza le nuove tecnologie telematiche per svolgere la relazione/lezione ed essere interattivo.

Il relatore/docente attiva una videoconferenza in diretta streaming utilizzando la rete internet con possibilità di interagire attraverso apposite chat o linee telefoniche dedicate.

In questo sistema il controllo dei partecipanti avviene con il rilascio ad uno dei partecipanti appositamente delegato di apposite credenziali per accedere al portale web da dove viene trasmessa la videoconferenza.

Il professionista delegato il giorno della trasmissione dell’evento attiva con le credenziali l’accesso alla pagina da cui viene trasmessa la vIdeoconferenza, predispone un foglio con l'elenco dei presenti, lo fa sottoscrivere dai partecipanti all'evento, ne attesta la conformità e lo invia, attraverso una apposita procedura, all'Ente organizzatore che provvede al rilascio dei certificati.

La procedura prevista per seguire la videoconferenze Foroeuropeo ed ottenere i crediti formativi

Il titolare dello studio, o un suo delegato, dopo aver effettuato la registrazione/accreditamento nell'apposita sezione (Costi e Accreditamento) deve:

A.il giorno dell'evento deve trovarsi nella sede dello studio accreditato, unitamente ad altri colleghi (minimo tre e massimo venti) e seguire la videoconferenza trasmessa. I componenti del gruppo possono essere anche estranei allo studio e possono non sempre gli stessi ad ogni evento;

B:Effettuare il login con le credenziali (nome utente e password) per aprire la pagina web dove viene trasmessa la videoconferenza in diretta streaming;

C.predisporre il foglio presenze con i nomi dei partecipanti e farlo firmare a conferma della presenza. Il foglio presenze deve contenere i seguenti dati: nome, cognome, Foro di appartenenza, codice fiscale e numero di tesserino di ogni partecipante; nome del dominus dello studio dove è stato visualizzato l'evento; nome cognome dell'avvocato o del praticante eventualmente delegato. Un esempio di foglio presenze può essere scaricato dalla pagina dove viene visualizzato l'evento.

D.terminato l'evento, entro 5 giorni, deve collegarsi alla apposita pagina web, collocata nel menu formazione, ed inserire il nome dei partecipanti e caricare il foglio con le presenze predisposto in formato Pdf,

E.il sistema informatico di Foroeuropeo, in modo automatico, provvede a creare gli attestati con la indicazione dei crediti formativi attribuiti e la delibera di riferimento con accredito del C.N.F. . Gli attestati vengono archiviati e restano disponibili sul profilo utente attivabile con il login.

costi e accreditamento

Costo singola videoconferenza: 100 Euro + Iva

Modalità pagamento:

dopo aver inserito i dati richiesti nella scheda di iscrizione è possibile pagare con carta di credito direttamente on line
     oppure
è possibile pagare successivamente con bonifico bancario intestato a FOROEUROPEO (POSTE ITALIANE - IBAN IT29U0760103200001034538239), indicando come causale VideoConferenze accreditata Processo esecutivo 16 e 17 MAggio 2017. Copia della ricevuta del versamento deve essere inviata alla Segreteria organizzativa con email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al fax 06 92911272.

 

Il nuovo processo esecutivo - B.corso formazione in videoconferenza

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 16-05-2017
Termine evento 17-05-2017
Data inizio iscrizioni 28-01-2017
Disponibili 20
Chiusura iscrizioni 17-05-2017
Costo per persona 122
€122.00 20

FOROEUROPEO
Informazioni iscrizione ed altro ai numeri: 06 32 25 073 - 06 32 111 734
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

StampaEmail

ammicopro banner

S.A.E.F.F. - SCUOLA AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE FOROEUROPEO - eLearning

1.Corso assistenti giudiziari/cancellieri
2.Corso Abilitante Amministratore di Condominio
3.Corso Aggiornamento Amministratore di Condominio


 

foroeuropeo orizzontale n1

   Settimanale di informazione giuridica
   Rivista Specialistica - Reg. n.98/2014 Tribunale di Roma - Elenco Ordine Giornalisti del Lazio
   Direttore Domenico Condello
   Copyright © 2001 - 2017 tutti i diritti riservati
   Foroeuropeo s.r.l. - P.IVA e Cod Fisc.: 13989971000

 Contatti
  Redazione e Collaboratori
  Collabora con Foroeuropeo
  Pubblicità
  Note legali
  Privacy

  PARTNER
AVVOCATI PER L'EUROPA - AMMI.CO.PRO. - FOROEUROPEO TV